logo1

" Sulle tracce di Carlomanno"

Progetto interreg candida Omegna a diventare la città dei Cammini. Partito nel 2004, il piano piace anche alla nuova giunta Marchioni

omegna tracce carlomanno

 

Promosso da Marilena Roversi Flury con lo scopo di aumentare l’attrattività del territorio italiano e svizzero organizzando e promuovendo un cammino transnazionale capace di far leva su un turismo sostenibile, “Sulle tracce di Carlomanno” anela a diventare un “Itinerario Culturale del Consiglio Europeo” di cui la città di Omegna ècapofila per l’Italia.

 

Costruito attorno alla storica figura di Carlomanno - figlio di Carlo Martello e zio del ben più noto Carlo Magno -, che lasciata la corte dei Franchi per diventare monaco benedettino percorse quasi 400 chilometri in pellegrinaggio, il progetto prevede la promozione di un itinerario storico carolingio per collegare la “Via svizzera per Santiago”, nel Canton Grigioni, alla Francigena italiana all’altezza di Vinzaglio (NO) e Lomello (PV).

Partito a gennaio 2014 sotto la giunta Mellano, per volontà dell’allora Assessore alla Cultura, Alessandro Buzio, il progetto è stato interamente sviluppato dall’attuale amministrazione assumendo una priorità concreta, segno di una importante apertura e di una ferma convinzione che “Calomanno” possa portare reale benefici alla città e all’intero itinerario toccato dal bando Interreg V A Italia Svizzera 2014-2020.

In tal senso - qualora l’esito della candidatura al progetto risultasse positivo -, a Omegna gli interventi infrastrutturali decisi dalla giunta Marchioni, grazie al lavoro congiunto degli Assessorati Cultura e Turismo, si concentreranno, in prima battuta, sul raddoppio degli spazi oggi dedicati all’accoglienza e all’informazione ai turisti presso il piano terra del Municipio e sulla ristrutturazione della Casa del Carrobbio, proprietà comunale attualmente in stato di abbandono.

I turisti protagonisti nel piano di rilancio di Omegna
Posto strategicamente in centro città, fronte lago, il piano terra del Municipio, dove oggi, è ospitato l’ufficio IAT, verrà interamente ristrutturato per creare un opportuno spazio di accoglienza e informazione per i turisti e i pellegrini in transito nella nostra città. Al suo interno verranno messe a disposizione informazioni dettagliate dell’intero percorso, dei “local friends”, così come dei viaggi organizzati. Sempre qui verranno consegnati i “timbri” e i diplomi per chi dimostrerà di aver percorso 100 chilometri, come già avviene sulla Via di Santiago, mantendendo attivo il contatto con gli altri percorsi culturali nella nostra zona geografica e in Unione europea.

Sempre nel centro storico di Omegna sarà approntata la ristrutturazione dei bagni della Sala del Carrobbio, che verrà così adibita a pieno titolo a sala convegni, mentre la Casa del Carrobbio ospiterà una cartina multimediale calpestabile dell’intero itinerario. In aggiunta a una serie di mostre itineranti, quest’ultima consentirà di visualizzare in maniera interattiva su una parete le foto dei monumenti e le informazioni su ogni specifica parte del percorso d’interesse. Sempre presso la Casa del Carrobbio, opportunamente dotata di un circuito di videosorveglianza interno, una serie di postazioni tablet consentiranno di accedere a narrazioni e immagini correlate, compreso un filmato descrittivo, per approfondire la storia del viaggio di Carlomanno, delle Abbazie carolinge e delle leggende a esse correlate.

Come sottolineato da Mattia Corbetta, Assessore con delega al Turismo: «Il riconoscimento di “Itinerario Culturale del Consiglio d’Europa” dell’intero progetto permetterà a Omegna, ex città industriale che punta fortemente a un rilancio turistico, di attrarre un numero sempre maggiore di visitatori, turisti e pellegrini. Per farlo al meglio, dovremo essere capaci di valorizzare le tipicità locali e di favorire lo sviluppo di nuovi servizi aumentando la qualità di quelli esistenti».

A sua volta, Sara Rubinelli, Assessore con delega alla Cultura, ha aggiunto: «Così come lo stiamo strutturando, il progetto “Carlomanno” evidenzia una volta di più come le potenzialità di Omegna possano esprimersi a livello internazionale portando all’attenzione di un pubblico potenzialmente mondiale una fetta di storia del nostro territorio». 

Pin It

Ricerca rapida articoli

Web TV

Ultime edizioni notiziari

  1. TG
  2. SPORTIVAMENTE

Lago Maggiore Channel - Meeting Point: Shlomo Mintz e Roberto Prosseda

Rubriche - Il Sasso nello Stagno del 17 novembre 2017

Altre News

Blog

unmondocane

Meteo

Calcio. Risultati e classifiche

pallone classico Serie D girone A Ris. Clas.
pallone classico Eccellenza girone A Ris. Clas.
pallone classico Promozione girone A Ris. Clas.
pallone classico Prima Categoria Girone A Ris. Clas.
pallone classico Seconda Categoria Girone A Ris. Clas.
pallone classico Terza Categoria VCO Ris. Clas.

Facebook

Blog

Banner sito

Ricetta della settimana

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa