logo1

Arona, approvati aggiustamenti al bilancio

Il consiglio comunale ha approvato nella sua ultima sedute alcune variazioni al documento contabile politico

arona cons com

 

Sono state approvate ad Arona le variazioni di bilancio di previsione per l’anno 2018. Le più significative riguardano il trasferimento dal Ministero dell’Istruzione a sostegno della rete prima infanzia per un importo pari a 70.196 euro. Agli istituti cittadini presenti in città e per il finanziamento per l’inserimento di minori in comunità sono previsti 37.798 euro. A Enel Sole dovranno essere restituiti 44.358 euro per importi erroneamente fatturati – nell’appalto di illuminazione Consip. Ventisettemila euro saranno destinati attraverso una cooperativa all’assunzione di un assistente sociale dedicata alla gestione del bando Erp. Per il rafforzamento del servizio di vigilanza notturna il venerdì e il sabato sera attraverso una ditta privata specializzata sono previsti 24.400 euro. Questo investimento è mirato a contrastare i fenomeni di vandalismo che si registrano nel centro storico e nella fascia di lungolago ove operano esercizi pubblici affollati nelle notti del fine settimana. Per l’iscrizione di un accantonamento a fondo di svalutazione Imu, Ici e Tari complessivamente sono previsti 73.289 Euro. Per la sistemazione ordinaria di tratti di pavimentazione di marciapiedi e strade in porfido che si sono sgretolati sono previsti 19.535 euro. Per gli incarichi a professionisti per il Piano Regolatore Generale e il particolareggiato sono stanziati 15.000 euro. Sono previsti anche contributi economici a sostegno di famiglie soggette a morosità residenti in immobili dell’Atc per 12.800 euro. Per l’acquisizione di personale con contratto interinale da destinare all’ufficio patrimonio sono accantonati 15.174 euro. Infine gli affidi familiari il cui contributo economico è quantificato in 11.620 euro.

 

F.f.

 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa