logo1

Ad Arona il corteo per la Giornata contro la violenza sulle donne

volenza donne manifestazione

Il maltempo non ha fermato l'iniziativa che ha contato molti partecipanti. Sottolineata l'importanza per le vittime di abusi di denunciare e non chiudersi nel silenzio. Attivata una rete alla quale le donne si possono rivolgere.

La pioggia battente non ha fermato il corteo per la celebrazione della Giornata contro la violenza sulle donne che si è tenuto venerdì pomeriggio ad Arona. La manifestazione, promossa dall’assessorato alle Pari Opportunità e dalla Consulta Femminile, ha registrato una larga partecipazione e non solo da parte delle donne. In testa la presidente e la vicepresidente della Consulta Carla Rossi e Maura Spotti, poi l’assessore Marina Grassani, il sindaco Alberto Gusmeroli, la presidente del Consiglio comunale Monia Mazza. Da piazza De Filippi il corteo è sceso sul lungolago dove sono stati letti pensieri a favore di questa lotta in difesa di donne vittime di violenza. Il corteo ha terminato il suo percorso alla Fontana del Millennio, in corso della Repubblica, dove la presidente della Consulta Femminile ha letto uno per uno i nomi delle 116 vittime della violenza nel 2016. <Il problema è sentito anche sul nostro territorio> ha detto Grassani, <l’importante è non tacere ma rivolgersi ai servizi che difendono le donne vittime di qualsiasi abuso>. Rossi ha aggiunto: <Dobbiamo convincere le donne a non trincerarsi dietro al problema, bensì a portarlo alla ribalta. Ci sono servizi sociali appositi, forze dell’ordine, avvocati. Tutti possono dare un aiuto concreto affinché si ponga fine a sottomissioni e violenze>. Al centro della Fontana del Millennio è stata posizionata una sagoma di donna con una sciarpa rossa al collo per richiamare l’attenzione sul triste fenomeno. 

 

di Franco Filipetto

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa