logo1

E' scontro tra ConserVco e il Comune di Ghiffa

Stop al ritiro della spazzatura nei centri storici e il sindaco Lanino minaccia la denuncia per interruzione di pubblico servizio

rifiuti ghiffa

E’ scontro tra ConserVCO e il comune di Ghiffa. Da oggi stop al ritiro dei rifiuti nei centri storici, dove i mezzi non possono arrivare. I residenti devono conferire sacchi e bidoni ai margini della strada. Per i comuni di competenza di Conser, quello con piu’ nuclei storici è proprio Ghiffa, insieme con una parte di Biganzolo a Verbania. I residenti nei centri storici ghiffesi non sono stati avvisati della novità. Risultato: i loro sacchi stamattina non sono stati ritirati. E il sindaco Matteo Lanino minaccia la denuncia per interruzione di pubblico servizio.

<L’attività di ritiro rifiuti a mano nei centri storici non è più consentita a seguito di una valutazione del rischio dei lavoratori> spiega da ConserVco il responsabile dell’ufficio raccolta Valerio Colombo. <Li recupereremo domani ma da luglio stiamo cercando di far capire agli amministratori il rischio per la salute dei dipendenti> prosegue Colombo.

<Il problema è che le modifiche contrattuali devono trovare un accordo tra le parti, accordo mai trovato con il Comune di Ghiffa. Loro unilateralmente hanno deciso di interrompere stamattina. Se continuano mi rivolgerò alle autorità competenti per la denuncia> tuona il sindaco Lanino. Già perché per questa riduzione di servizio si chiede una riduzione della tariffa pagata e qui l’accordo non è stato raggiunto. Lanino prosegue: <Nel frattempo invito i cittadini dei centri storici a comportarsi come hanno fatto fino ad ora>. Lo stesso spiega di aver fatto un favore a ConserVco attuando una ricognizione delle utenze interessate – 190 – e di aver proposto alla società una riduzione di quanto dovuto pari al 30% circa. Proposte e controproposte sono rimbalzate ma senza arrivare ad una quadra. Il sindaco conclude spiegando che la comunicazione di interruzione del servizio è giunta in Municipio ieri pomeriggio, a uffici chiusi. Stamattina la sua risposta.

Sulla questione anche la minoranza consigliare con Pierre Gelil che afferma: <Ancora una volta una questione gestita male nei tempi, non ci saremmo altrimenti trovati in questa situazione. Occorre anche individuare delle aree – conclude – dove conferire i sacchi>. 

E ancora la precisazione del sindaco Lanino: <Nessun ritardo – dice – viste le innumerevoli proposte fatte a ConserVCo, almeno 5 da inizio anno>. Conclude: <Sto dibattendo anche sui punti di prelievo e la loro puntuale pulizia>. 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa