logo1

Turismo: i dati piemontesi incoronano Verbania

E' seconda in regione solo a Torino per flussi turistici, seguono Stresa e Baveno

verbania generica vale bassa

 

I dati elaborati dalla Regione Piemonte sui flussi turistici piemontesi incoronano la città di Verbania. E’ la seconda, dopo Torino, per numero di giornate di presenza: nel 2016 sono state 886.000. Al terzo posto Stresa con 530 mila e al quarto Baveno con 495. Segue Sestriere e al sesto posto Cannobio con 276 mila. Prima cittadina delle novaresi Dormelletto, undicesima, che lo scorso anno ha registrato 174 mila giornate di presenza di turisti. Solo quattordicesima Novara con 138 mila . Seguono Orta, Castelletto Ticino, Pettenasco, Arona e Lesa.

Tornando a Verbania il balzo negli ultimi dodici anni è notevole. Nel 2005 aveva registrato 675.000 giorni di presenze di turisti, nel 2010 è salita a 810 e nel 2016, appunto a 886. E’ il segnale di un forte interesse e del lavoro per sviluppare l’accoglienza turistica. Altro dato a favore di Verbania è il tempo medio di permanenza di ogni turista: 4,7 giorni negli ultimi dodici anni. Si pensi che Stresa non supera i 2 giorni. Ma un buon progresso l’ha fatto rilevare anche la “Perla del Verbano”, dalle 400 mila presenze del 2005 è salita a 530 mila nel 2016. Baveno sale dalle 388 mila di dodici anni fa alle quasi 495 dello scorso anno. Vanno a braccetto Cannobio e Cannero sempre al quarto e quinto posto in provincia. Tra l’altro Cannero ha una ottima presenza media con 5,10 giorni nel 2016. Sulle presenze medie però la parte del leone la fa Craveggia: faceva segnare 7,41 giorni medi nel 2005 ed è arrivata a 10,13 nel 2016. C’è anche chi ha fatto registrare un calo, è il caso di Macugnaga, che è scesa dalle 50 mila giornate di presenza turistica di una dozzina di anni fa, alle 47 mila del 2010 e fino a meno di 41 mila lo scorso anno.

di Franco Filipetto

 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa