logo1

GustAbile: raccolti oltre 25 mila euro

 

Più di 2 mila persone ieri sera in piazza Ranzoni a Intra, 130 i fornitori che hanno offerto i loro prodotti

gustabile

Una donazione di oltre 25 mila euro (26.320 per la precisione) al progetto 'La cura è di casa', più di 2000 persone in piazza Ranzoni, 130 fornitori da tutta Italia che gratuitamente hanno offerto i loro prodotti, cibi e vini d'eccellenza. Questi sono i numeri di una serata riuscitissima, fatta di solidarietà e piacere di stare insieme. Questo è stato GustAbile, che è tornato ieri sera a Intra. Se la finalità dell'iniziativa era raccogliere fondi per il progetto che vuole garantire il più a lungo possibile la permanenza degli anziani fragili a casa loro, è stato bello vedere la piazza animata da tanti giovani, in una festa con la F maiuscola: divertimento e comportamento corretto, non è stato registrato alcun problema. Anima di GustAbile Eros Buratti, de La Casera. Poi tantissimi i volontari al lavoro per l'allestimento dei banchi d'assaggio, durante la serata e poi ancora dopo, per lo smontaggio delle strutture. Allestita anche la cucina della Protezione Civile che ha sfornato pasta e risotto a go go. Una curiosità: lo chef stellato Massimiliano Celeste ha proposto dei bicchierini con mousse di gorgonzola, gelato di lavarello affumicato e gremolada di biscotti di Emma, dedicati alla nonnina più famosa del mondo recentemente scomparsa, che sono un pò il simbolo de 'La cura è di casa'.

Lo ricordiamo, si tratta di un programma complesso che vede coinvolti più di 120 anziani fragili, si conta di arrivare a 700 nei prossimi due anni. Le persone a cui si rivolge il progetto superano mediamente gli ottant’anni e spesso sono sole.

<Siamo sempre meravigliati dal riscontro che ha l'inizaitva, dal mix di energia dei volontari> dichiara il presidente del Consorzio per i Servizi Sociali del Verbano Franco Diazzi.

La piazza, il cibo, la socialità sono i tre ingredienti di GustAbile: <Crediamo profondamente che chi si occupa di “cura” debba occuparsi anche dello star bene soprattutto laddove sofferenza e non autosufficienza sembrerebbero annullare la dignità delle persone> hanno concluso dal Consorzio.

Pin It

GUARDA LA TV LIVE

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa