logo1

Premiato il Presepe Vivo di San Bartolomeo di Cannobio

Primo classificato al concorso nazionale Praesepium Italiae, cerimonia anche a Palazzo Carmine

cannobio presepe

 

Grande festa per la frazione di San Bartolomeo nella serata di giovedì 21 dicembre a Palazzo Carmine di Cannobio. Tanta la soddisfazione per la vittoria del primo premio al concorso nazionale Praesepium Italiae che ha conferito al paese l'attestato di <<Città del presepio d'Italia>>. Quello di San Bartolomeo è diventato quindi il presepe vivente migliore della nazione grazie alla fedeltà dei costumi e della sceneggiatura. Tutto il paese coinvolto in quello che è prima di tutto un momento di preghiera, con attori che si sono impegnati nella rappresentazione della Natività dal suo inizio. Premiato quindi il lavoro e la costanza di tutta la comunità , ma soprattutto l'impegno di Pinuccia Catenazzi, ideatrice dello storico Presepe Vivo che dal ben 45 anni organizza la sua manifestazione natalizia. Tutta la collettività stretta davanti ad un premio che è per San Bartolomeo motivo di orgoglio : nato in una piccola chiesa, l'evento è cresciuto negli anni fino al raggiungimento di un riconoscimento importante. La voglia però è quella di non fermarsi e anzi, di continuare anche in futuro la tradizione del Presepe Vivo, che è parte integrante della vita di Cannobio. << Ho ricevuto il premio ed è stato un momento molto emozionante - ha raccontato Pinuccia Catenazzi - siamo i primi in Italia e questo mi rende molto felice. La cosa più bella è stata però sentire tutta la comunità  a me vicina. Il nostro presepe è una preghiera>>. Premiata anche la Parrocchia di San Bartolomeo con il suo parroco Bruno Medina per l'impegno. Una collaborazione e partecipazione che ha voluto, attraverso la manifestazion,e far riscoprire quella che è l'essenza del Natale e il suo vero significato, spesso dimenticato. 

 

di Teresa Cioffi

Pin It

GUARDA LA TV LIVE

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa