logo1

Domodossola, il consiglio dice sì alla sistemazione della strada della Prateria

 

Si è riunito ieri sera aDomodossola il consiglio comunale. Si è discusso della strada di accesso alla Prateria

domo cons com gennaio

L'amministrazione comunale domese sistemerà finalmente la strada che porta alla Prateria, in regione Nosere. Lo farà perché, dice la giunta, questa ''è una priorità visto che alla Prateria si svolgono attività importanti a favore delle persone disabili''.

E' una delle decisioni prese dal consiglio comunale di Domodossola giovedì sera, grazie al voto favorevole di quasi tutti i gruppi consiliari, eccezion fatta per il Partito Democratico che si è astenuto.

Lilliana Graziobelli del Pd ha accusato l'amministrazione Pizzi di aver messo in secondo piano un'opera più importante: la strada del Sacro Monte Calvario.  ''Credevamo che la priorità fosse la sistemazione della curva iniziale della strada del Calvario, che è sito Unesco. Purtroppo questo intervento l'avete rimesso nel cassetto'' ha detto Graziobelli. A sua volta, Gianluigi Bottaro (Lista Cattrini) ha ricordato che la sistemazione della curva del Calvario ''è un'opera che interessa anche i residenti''.

A difendere la scelta sono stati il sindaco Lucio Pizzi e l'assessore a lavori pubblici Franco Falciola. Illustrando il cambio di destinazione d'uso dei terreni e la modifica al piano regolatore, Pizzi e Falciola hanno confermato che la strada della Prateria è una priorità e che la sua sistemazione arriva dopo anni ed anni di promesse vane. ''Tutti volevano metterla a posto, ma che nessuna amministrazione l'ha mai inserita nelle sue priorità'' ha detto Pizzi invitando i consiglieri del Pd a prendersi del ''Malox'' per il mal di stomaco causato dall'efficienza dimostrata dalla sua amministrazione in questi mesi. Il sindaco ha ricordato che si tratta di ''un progetto necessario, che conferma l'attenzione della maggioranza per le fasce deboli della popolazione''.

Il consiglio ha anche annunciato l'imminente varo della Consulta Giovani, tema sul quale c'era un'interpellenza del Pd. Il consigliere pd Davide Bolognini ha invitato l'amministrazione ad avviare la consulta e al tempo stesso ha criticato il vicesindaco Angelo Tandurella per ''aver fatto alcuni colloqui personali con gli aspiranti''.

Tandurella ha risposto confermando l'adesione di 22 giovani (12 maschi e 10 femmine) alla Consulta. ''E' vero - dice - ho incontrato i candidati perchè era giusto conoscerli e parlare con loro''. Il sindaco Pizzi ha aggiunto: ''Ho letto con attenzione tutti i curriculum e li ho trovati stimolanti. Per questo credo che li nomineremo tutti ventidue''.

Renato Balducci

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa