logo1

Omegna adotta il nuovo regolamento di Polizia Urbana

Il capoluogo cusiano dispone ora di un nuovo regolamento. L'atto è passato con i soli voti della maggioranza. Si sono astenute le opposizioni

omegna cons com

 

Nuovo regolamento di polizia urbana ad Omegna. Nel corso dell’ultimo consiglio comunale è stato approvato con i soli voti della maggioranza. Astenute le minoranze. Il regolamento va a certificare i vari provvedimenti che da luglio l’amministrazione Marchioni ha iniziato a proporre in città. Serve, infatti, a regolarizzare le pene nei confronti del bivacco sotto i portici del municipio, dell’accattonaggio molesto, dei parcheggiatori abusivi. C’è anche un capitolo dedicato al Daspo cittadino: la prima volta può valere al massimo 48 ore, con la recidiva la pena può arrivare fino a 6 mesi. Le ammende massime toccano i 500 euro. “Il regolamento in vigore ad Omegna era da pensionare, essendo del 1951 – ha detto Stefano Strada, assessore alla sicurezza –. Il nuovo regolamento è stato pensato per la salvaguardia dei cittadini, soprattutto quelli fragili come bambini, anziani e disabili”. Non sono mancate le perplessità, soprattutto da parte del Partito Democratico. “Si tratta chiaramente di un regolamento di Centrodestra – ha sottolineato Alessandro Rondinelli, capogruppo del Pd –. Si vuole scimmiottare Domodossola, ma per fortuna le multe non sono uguali. Mi pare che questa amministrazione voglia enfatizzare gli atti di vandalismo, ma non propone nulla dal punto di vista dell’educazione civile”. Alle parole di Rondinelli ha replicato il sindaco, Paolo Marchioni. “Strano che al Partito Democratico il regolamento non piaccia. Alla base, infatti, c’è il decreto Minniti, che non è un leghista ma è del Pd. Inoltre, abbiamo preso due riferimenti: Bergamo e Alessandria, dove tale regolamento è già in atto. A tal proposito mi sembra che anche Bergamo sia governata da Giorgio Gori, un sindaco del Pd. Quindi, ho l’impressione che nel Pd ci sia una crisi di identità”. E sulle operazioni future per migliorare la sicurezza cittadina, Marchioni ha aggiunto: “Sogno il prima possibile di incrementare e migliorare il servizio di videosorveglianza”. 

 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa