logo1

Borgoticino, illuminato l'incrocio fra la Ticinese e la diramazione per Borgomanero

Viabilità più sicura per chi percorre l'ultimo tratto della statale ticinese. Illuminato l'incrocio sul terrritorio di Borgoticino. Il Comune ha finanziato l'opera

borgoticino incrocio illuminato

 

E’ stato illuminato l’incrocio lungo la statale 32 Arona – Novara con la 32 diramazione verso Borgomanero. Si tratta di un incrocio molto pericoloso, senza rotatoria che negli ultimi vent’anni ha visto una lunga serie di incidenti con una decina di morti e numerosi feriti. L’incrocio si trova nella parte terminale della Ticinese nel territorio di Borgo Ticino. Da parte di diversi sindaci che si sono succeduti era stato chiesto più volte ad Anas, che ne ha la competenza, di illuminarlo, ma i vari tentativi sono falliti. Il Comune di Borgo Ticino si è accollato il costo dell’opera anche se l’intersezione non rientra nel territorio dell’abitato, questa però è anche l’unica via di collegamento con la frazione Campagnola. Una rotatoria potrebbe essere una valida soluzione per rendere meno pericoloso il tratto della statale che collega Arona con Novara, strada ritenuta tra le dieci più pericolose dell’intera Penisola. A proposito di questo asse stradale va detto che sono ancora fermi i lavori per la realizzazione della tangenziale del paese, una variante lunga tre chilometri le cui opere sono state avviate alcuni anni fa, ma da un paio non si vede alcun movimento nel cantiere. Questa tangenziale fa parte di un progetto di messa in sicurezza dell’intera statale 32 per il quale Anas ha messo a bilancio 50 milioni di euro, alcune opere sono state completate, altre, come la tangenziale di Borgo Ticino, sono bloccate da anni. Intoppi burocratici, fallimento di imprese che si sono giudicate l’appalto o il sub appalto sono tra i motivi principali per cui il cantiere è fermo da molto tempo.

 

 

Franco Filipetto

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa