logo1

Motonautica: Dubai Police vince Gara 1 a Stresa

Arif Al Zaffain e Nadir Bin Hendi su Dubai Police conquistano il gradino più alto del podio in Gara 1 dello Stresa Grand Prix, secondi a poco meno di 4” Rashed al Tayer e Majeed al Mansoori di Abu Dhabi 4, terzo l’equipaggio italo-australiano di 222 Offshore, con il nostro Giovanni Carpitella e Darren Nicholson. Domani alle 15 gara 2 in diretta su VCO Azzurra Tv.

 

stresa xcat gare

Chiara la strategia di Dubai Police che, partita in pole position, per tutti e 17 i giri previsti è rimasta saldamente in testa alla gara e portando a casa la terza vittoria stagionale; i due emiratini hanno sfruttato al massimo la loro posizione accumulando giri al limite per non perdere la testa della competizione neanche dopo i long lap, che hanno appunto effettuato da metà gara in poi. La decisione ha pagato e Abu Dhabi 4 è sempre stata costretta ad inseguire. Staccata di 27”, 222Offshore ha conquistato un importante terzo posto dopo essere partita dalla settima piazza: ieri pole sottotono (i due non erano riusciti a completare il loro giro veloce) ma oggi Carpitella e Nicholson hanno saputo ben esprimere il loro potenziale.

Partenza non brillante per The Blue Roo (Pål Virik Nilsen e Jan Trigve Braaten) per un problema temporaneo a un motore, i due hanno poi rimontato chiudendo quarti, seguiti da Abu Dhabi 5 e da Yacht Club Como: per gli italiani Serafino Barlesi e Alessandro Barone, partiti terzi, un po’ di delusione e l’avvio di una procedura di investigazione per aver toccato una boa; la procedura è poi stata chiusa senza conseguenze per il team.

Per problemi tecnici (cinghia di un compressore) non hanno terminato la gara prima gli svedesi di Swecat Racing (Mikael Bengtsson ed Erik Stark) e poi, a pochi giri dalla fine, i russi di New Star (Mikhail Kitashev e Dmitry Vandyshev) che sono andati anche vicini ad uno spettacolare testacoda, costato loro parecchi secondi.

Al termine di Gara 1 dello Stresa Grand Prix la classifica generale vede, alle spalle di Dubai Police a punteggio pieno (105 pt) , 222 Offshore (66 pt) che guadagna una posizione e la scalata di Abu Dhabi 4 (52 pt) che dalla 9° raggiunge la 3° piazza a pari punti con The Blue Roo e Abu Dhabi 5.

Gli altri italiani: Ribot, catamarano tutto tricolore di Alfredo Amato e Daniele Martignoni si attesta in settima posizione, seguito dalla spagnola Venus Bali pilotata dai nostri Andrea Comello e Nico Caldarola. Decimo Rosario Schiano, il più giovane in gara, su High Performance Italia con il Corso Francois Pinelli.
Domani alle 15 si torna in acqua con Gara 2 (diretta streaming sui nostri canali social dalle 14:40), la griglia di partenza rispecchierà l’ordine di arrivo odierno.

Un folto pubblico ha assistito con entusiasmo dalle rive del Lago Maggiore allo spettacolo odierno offerto dai catamarani. Ospite dell’evento XCAT Tosca D’Aquino: l’attrice napoletana ieri ha partecipato alla cena di gala presso l’Hotel Regina Palace di Stresa organizzata dalla UIM e oggi ha assistito dai paddock alla gara, non prima di aver fatto qualche adrenalinico giro sul circuito a bordo della Pace Cat.

Pin It

GUARDA LA TV LIVE

Ultime news

Giovedì, 20 Settembre 2018
Disabile? Allora niente affitto
Giovedì, 20 Settembre 2018
Sabato Open Day di Arcademia a Omegna
Giovedì, 20 Settembre 2018
Molinari è tornato a Domosofia

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa