logo1

Invorio, inaugurata la palestra di roccia

E' stata realizzata in soli quattro mesi ad opera del Cai di Borgomanero. E' siutata lungo la strada che porta a Colazza
 
 
 
invorio palestra roccia
 
 
A  distanza di quattro mesi dall’avvio dei lavori, la palestra di roccia, a Invorio Superiore è divenuta realtà.  E’ stata realizzata nella zona detta Moscatella, con ingresso al sentiero sulla strada che dal lavatoio pubblico conduce alla Madonna del Castello e poi a Colazza. 
Si tratta di una novità assoluta per un paese di mezza collina, portata a compimento in partership con il CAI di Borgomanero, della Sezione del “Gruppo Est Monterosa”, che ha in custodia e in gestione l’intera area grazie alla convenzione sottoscritta dal sindaco Roberto Del Conte che afferma:<Si tratta del risultato di un prezioso e importante lavoro finalizzato a individuare strategie operative per portare a Invorio nuove attività sportive, capaci di associare l’aspetto sportivo con quello dell’aggregazione sociale.  In questa prospettiva la realizzazione della palestra di roccia, in prossimità del “Sentiero da favola” al quale stiamo lavorando con l’obiettivo di inaugurarlo nella prossima primavera, arricchirà l’offerta turistica di questa parte del territorio. Permettendo così l'attività di scalata anche nei mesi invernali, durante i quali le temperature rigide e la presenza di neve la ostacolano in montagna, ma non ad Invorio, saremo in grado promuovere così un turismo di nicchia, a flusso costante in tutto l’anno>. 
La partnership tra Invorio e il CAI di Borgomanero è diventata così strategica per il successo del progetto, un passaggio obbligato per poter trasformare una risorsa naturale, quale la roccia, in una struttura sportiva idonea per questo tipo di sport, nel rispetto delle norme e dei regolamenti per il suo utilizzo.  La nuova palestra di roccia è stata intitolata alla memoria di Giacomo Ruga, generoso residente di Invorio Superiore, presidente della locale ciclistica, che negli anni si è dedicato alla comunità e a insegnare ai ragazzi le attività sportive.  Il suo motto era:<Perché nella corsa della vita non ci fossero un primo e un ultimo, ma un traguardo per tutti>. 
Ruga, mancato qualche tempo fa, era rappresentato dalla moglie e questo impianto sportivo lo ricorderà a tutti coloro che lo hanno stimato. Al taglio del nastro sono intervenuti, Bruno Migliorati, vice presidente regionale Cai, in rappresentanza della presidente Danila Formica, il presidente della sezione di Borgomanero Gianni Fioramont. Per il soccorso alpino di Omegna, che spazia per tutte le Alpi e Prealpi ossolane, c’erano Giuseppe Burlone e Carlo Zonca. Dopo le note della tromba, ha benedetto la targa e il percorso don Beniamino Sulis, parroco di Boca.
 
F.f.
 
Pin It

GUARDA LA TV LIVE

Sport

Mercoledì, 19 Giugno 2019
Gorecka, stellina polacca per la Igor
Mercoledì, 19 Giugno 2019
Serata su talento e fatica
Martedì, 18 Giugno 2019
Giro Under 23: Bartolozzi ritirato…
Martedì, 18 Giugno 2019
Festa dei ciclisti al Boden

Pubblicità-sport

loghi sport

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa