logo1

Elisa Longo Borghini: “Al Fiandre nel finale mi sono mancate le gambe”

elisa fiandre paterberg“Non ho avuto le gambe per riuscire a stare con le prime”, confessa Elisa Longo Borghini al termine di un Giro delle Fiandre che l’ha vista in gara ancora senza la miglior condizione di forma, ora è tempo di pensare alla prossime gare: Amstel, Freccia Vallone e Liegi Bastogne Liegi.

Un Giro delle Fiandre con le gambe mandate nel momento deciso per Elisa Longo Borghini (Trek Segafredo) ieri nella prova World Topur Femminile vinta con merito da Marta Bastianelli (Team Virtù), campionessa europea in carica davanti ad Annemiek Van Vleuten (Mitchelton Scott) ed a Cecilie Uttrup Ludwig (Bigla) L’ornavassese che ha vinto la gara nel 2015 non ha potuto rispondere agli attacchi decisivi sugli ultimi due muri, l’Oude Kwaremont ed appunto il Paterberg quando il terzetto si involato, chiudendo 17^ a 55 secondi, nel gruppo che inseguiva le prime inseguitrici del terzetto, “Non ho avuto le gambe per stare con le prime – spiega – lavorerò per trovare la giusta condizione”. Per lei ora è tempo di pensare alle prossime gare: Amstel Gold Race del 21 Aprile, Freccia Vallone del 24 aprile e la Liegi Bastogne Liegi del 28 aprile.

GT

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa