logo1

Centraline idroelettriche. Sindaci Unione Lago Maggiore siglano patto

 

L’ambiente prima di tutto. Unione Lago Maggiore sottoscrive patto per elaborare linee guida per la realizzazione di nuove centraline.

vconotizie

La Val Cannobina non vuole assolutamente perdere la propria bellezza paesaggistica. L’ambiente prima tutto: è questo il motto dell’Unione del Lago Maggiore, comprendente 9 comuni. Negli ultimi anni molte aziende private si stanno interessando per la realizzazione di centrali idroelettriche sul territorio della Val Cannobina. Alcune sono in fase di costruzione, altre in fase d’appalto. Tuttavia, i sindaci dell’Unione non ci stanno, perché è troppo grande il rischio di disagi ambientali a causa degli interventi umani. “Non voltiamo le spalle agli investitori – sottolinea Giandomenico Albertella, sindaco di Cannobio – ma vogliamo dare delle linee guida da seguire in modo tale da tutelare la nostra storia e il nostro paesaggio”. È stato approvato dall’Unione un documento relativo alle linee guida da seguire per poter effettuare dei lavori nelle aree soggette a tali interventi. “Il nostro vuole essere un invito a tutti – aggiunge Albertella – perché soltanto tutelando le nostre bellezze naturali possiamo garantire un futuro ai nostri figli”.

 


Web TV

Ricetta della settimana

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa