logo1

I migranti dividono Domodossola anche sulle tv nazionali

Migranti, il tema anima il dibattito. Il sindaco Pizzi protagonista sulle tv nazionali. Venerdì contro-manfiestazione promossa da un gruppo di giovani

agor

 

Trasmissioni televisive, un consiglio comunale che incombe, la prefettura che sta per convocare i sindaci e anche una manifestazione in arrivo.

Sarà una settimana calda, questa, per Domodossola, dopo la richiesta di ''coprifuoco per i finti profughi'' lanciata dal sindaco Lucio Pizzi. Proposta che ha portato in un'Ossola spesso dimenticata le tv nazionali: prima il TG5 e stamani la trasmissione ''Agorà'' di Raitre, piombate sulla notizia che anche a Domodossola fa discutere.

 

Lucio Pizzi aveva invitato il Prefetto ad ordinare ''ai migranti accolti a Domodossola il rientro nelle strutture che li ospitano entro e non oltre le ore 20 di ogni sera, pena l'espulsione e l'allontanamento immediato dalla città e che i migranti accolti in altri comuni non possano per nessun motivo venire a Domodossola''.

 

La presa di posizione è nata dopo le ultime aggressioni compiute da richiedenti asilo a Verbania, Omegna e Domodossola. Alle quali si è aggiunta l'aggressione di ieri mattina in piazza Matteotti commessa a danno di un'anziana. ''Il mio compito è garantire sicurezza ai miei concittadini'' ha confermato in tv il sindaco. Dove è stato attaccato da tutta la minoranza schierata davanti alle telecamere.

 

Centrodestra e centrosinistra più 5Stelle stanno ormai su fronti sempre più opposti sul tema migranti, tema che potrebbe affiorare la settimana prossima nell'assemblea del Consorzio Servizi Sociali, convocata per rinnovare il consiglio di amministrazione. Ma che potrebbe far capolino anche questo giovedì sera, quando è convocato il consiglio comunale domese.

 

Intanto, il prefetto, Iginio Olita, ha fatto sapere che in settimana si terrà una riunione per stabilire un regolamento unico, visto che il Consorzio Servizi Sociali dell'Ossola ne ha uno già in vigore che prevede che i richiedendi asilo ospiti delle strutture ossolane rientrino entro le 22.

 

A Domodossola un gruppo di giovani intende contestere la 'mossa' del sindaco, organizzando venerdì sera, ore 20, un corteo. ''I cento primi firmatari sono più che raddoppiati, in 24 ore siamo riusciti ad ottenere un numero straordinario di adesioni, quasi 220 - spiega in una nota Gabriele Ricci, uno dei promotori della manifestazione - Sarà l'occasione per manifestare il nostro dissenso nei confronti del sindaco Pizzi, senza provocazioni e nel modo più pacifico possibile. Aspettiamo l'adesione di quante più associazioni, gruppi e partiti che condividono i nostri valori portando in piazza i loro simboli e le loro bandiere''.

 

Renato Balducci


Web TV

Ricetta della settimana

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa