logo1

Referedum. Comitato Sì : " Centrodestra contro la fusione "

 
 verbania municipio2

Dopo l'invito di Fi, Fdi e Lega a boicottare il referendum pronta la replica del Comitato del Sì : " A prevalere sono logiche politich edi parte e non i i veri interessi della città "

 
 
COMUNICATO STAMPA - L'incredibile comunicato del centro destra. A Verbania sono contro la fusione dei comuni ad Omegna a favore
 
Leggiamo, sufficientemente increduli, l'ultimo comunicato stampa del centro destra locale di oggi sul referendum legato alla fusione di Cossogno in Verbania. Referendum che si svolgerà questa domenica 13 maggio 2018, dalle ore 8 alle 22 nei seggi previsti a Cossogno (in municipio) e a Verbania (nei luoghi delle ultime elezioni politiche).
 
Assurdo vedere che nei giorni in cui il centro destra ad Omegna apre lo stesso percorso di fusione con un comune ancor più piccolo come Germagno (situazione simile a quella tra Verbania e Cossogno) il centro destra locale afferma il contrario.
 
Evidente a tutti che si tratta di un attacco politico all'amministrazione comunale di Verbania promotrice del percorso di fusione. Infatti, nel comunicato non vi è traccia di un solo motivo per cui è sbagliato fare la fusione. Ancora una volta attaccano sul tema dei fondi a disposizione per la fusione che, ribadiamo, son 3 milioni per dieci anni, trenta milioni di euro previsti dall’attuale legge - non dicerie (d'altronde son gli stessi che mettevano in dubbio i fondi del bando periferie poi regolarmente arrivati).
 
Per Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia di Verbania a prevalare son le logiche politiche di parte, e non i veri interessi della città e dei suoi abitanti
 
Incredibile e surreale l'attacco alle iniziative di campagna elettorale che per loro "violano qualunque principio istituzionale", affermando che "diversi cittadini ci hanno poi segnalato che per le strade della città circola un’auto con megafono che fa propaganda per il sì: evidentemente per chi vuole questa fusione non ci sono scrupoli e ogni mezzo viene ritenuto lecito".
 
Non sapevamo che usare un megafono su un’auto fosse un gesto senza "scrupoli" (!?) e contro i "principi istituzionali" (!?). Ricordiamo loro che invece è un mezzo lecito, consentito dalla legge, quello di fare propaganda con mezzi mobili e megafoni. Basta chiedere un regolare permesso, come ha fatto il Comitato per il Sì. Perché l'auto in questione era, appunto, del nostro comitato, con regolare permesso.
 
Quando non si hanno argomentazioni il centro destra locale attacca con argomentazioni fantasiose e al limite del ridicolo.
 
Il comitato per il Sì alla fusione di Cossogno in Verbania
Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa