logo1

Sabato a Novara le ordinazioni di don Busoni e don Favero

 
novara vescovado
I due nuovi sacerdoti sono originari di Bognanco e Borgosesia
 
 
Sabato 16 giugno 2018, nella Basilica di San Gaudenzio a Novara, per la preghiera e l’imposizione delle mani del vescovo di Novara Franco Giulio Brambilla saranno ordinati presbiteri don Davide Busoni e don Luca Favero.
 
Don Davide Busoni, rosminiano, è originario della val Bognanco ed è cresciuto a Domodossola. Compirà 28 anni proprio il giorno della sua ordinazione presbiterale. Dopo le scuole – medie e superiori – nelle scuole rosminiane del centro ossolano e un anno di studi di filosofia a Bologna, nel 2010 ha iniziato il noviziato all’Istituto della Carità fondato dal beato Antonio Rosmini.  Ha vissuto il percorso di formazione sacerdotale al Collegio San Giovanni a Porta latina di Roma facendo gli studi teologici alla Pontificia Università Lateranense.
 
Don Luca Favero, trent’anni, è originario di Borgosesia. Ha maturato la vocazione sacerdotale durante gli anni frequentazione e di impegno all’oratorio della parrocchia dei Santi Pietro e Paolo. Dopo tre anni di università al Politecnico di Milano, ha scelto di entrare in seminario nel 2011. Nel seminario diocesano ha compiuto il suo cammino di discernimento e formazione sino allo scorso ottobre, quando il vescovo Franco Giulio Brambilla lo ha ordinato diacono. 
Ha vissuto l’anno di ministro diaconale a servizio pastorale delle comunità parrocchiali di Sant’Antonio e Sant’Andrea a Novara, accanto ai ragazzi dell’oratorio.
 
Pin It

GUARDA LA TV LIVE

Ultime news

Mercoledì, 12 Dicembre 2018
Domo, arrestati corrieri della droga
Mercoledì, 12 Dicembre 2018
Aronatale. Tanti eventi in vista delle feste
Mercoledì, 12 Dicembre 2018
A Novara il mercatino di Natale del Cst
Mercoledì, 12 Dicembre 2018
Asl VCO, attivazione di servizi digitali
Mercoledì, 12 Dicembre 2018
Maggia, spuntano nuove soluzioni

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa