logo1

Il sindaco Lucio Pizzi: “Bartolucci come Schettino”

pizzi lucio

Pizzi risponde alle affermazioni di Bartolucci. 'Prima di tutto c'è Domodossola' scrive e aggiunge: 'Visto che lui abita qui di questo non potrà che esserne contento'.

Dopo aver letto sui media la lunghissima lettera firmata da Marzio Bartolucci ma certo confezionata dal suo capo, l’on. Enrico Borghi, mi permetto qualche considerazione.

Dalle sue parole emerge chiara una verità e cioè che io privilegio innanzitutto Domodossola. Prima della leadership, prima del ruolo di capofila, prima di tutto c’è Domodossola, perché di Domodossola sono il Sindaco e sono stato eletto per tutelarne gli interessi.

Oggi pensare a Domodossola come capoluogo dell’Ossola significa prima di tutto lottare perché la nostra Città non venga sottomessa, sfruttata e depauperata grazie ai soliti schemi consolidati della politica praticata dai soliti volponi: la nostra Città non può più essere terreno di conquista e deve riprendere l’orgoglio e la dignità che gli è propria.

Voglio ribadire forte e chiaro che non sono qui a fare il capofila di chi scriteriatamente vuole privare Domodossola e l’Ossola di quel poco che ci è rimasto, a partire dall’Ospedale San Biagio, e vuole farci invadere da tutti i clandestini dell'Africa, alterando il nostro equilibrio sociale in nome di un falso buonismo che ormai non riesce più a nascondere la realtà del business.

Sono consapevole del fatto che essere controtendenza e destabilizzare gli equilibri della vecchia politica risulti molto fastidioso ai più e renda il mio cammino molto difficile ma ciò non mi preoccupa. E poi se il mio operato, invece di sparigliare le carte, fosse in linea con le solite logiche vorrebbe significare solo una cosa: che anch’io sarei né più né meno come tutti quei politici e amministratori che la gente giustamente non vuole più neanche vedere.

Questo è quel che penso dal profondo e tanto mi sembrava giusto dover precisare.

Rivolgendo un ultimo pensiero al Sindaco di Villadossola, devo ammettere che bene ha fatto a prendere la residenza a Domodossola: d’altronde  da una cittadina che sta subendo un suo doppio mandato amministrativo non si può fare altro che scappare, e lui come il Comandante Schettino è scappato per primo lasciando affondare la Concordia-Villadossola.

Bartolucci si rassicuri comunque, ha capito proprio bene: continuerò a fare prima di tutto gli interessi di Domodossola e visto che lui abita qui di questo non potrà che esserne contento.

Forse un pò meno lo sarà il suo capo, Enrico Borghi, ma questa è un’altra storia….

 

Lucio Pizzi

Sindaco di Domodossola

Pin It

Web TV

Ricetta della settimana

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa