logo1

Messa in sicurezza statale 34, Cannobio approva Protocollo d'intesa

Un ulteriore passo verso la realizzazione degli interventi di messa in sicurezza della statale del lago Maggiore

statale 34

 

Il Consiglio Comunale di Cannobio ha approvato ieri sera, il Protocollo di Intesa tra la Regione Piemonte, Anas S.p.A., l’Unione del Lago Maggiore, il Comune di Cannobio, Il Comune di Cannero Riviera, Il Comune di Oggebbio, Il Comune di Ghiffa  e il Comune di Verbania, per  procedere alla realizzazione dei primi interventi di mitigazione del rischio idrogeologico e di messa in sicurezza dei versanti lungo la S.S. 34 “del Lago Maggiore”, dal Confine di Stato a Ghiffa, tramite redazione di rilievi geomatici delle aree, degli studi, delle indagini sull’assetto geomorfologico dei versanti e dei progetti interessanti i tratti della SS 34 del Lago Maggiore, dal confine di stato in Comune di Cannobio, fino a Ghiffa.  “Pur avendo raggiunto un importante obiettivo  –  dichiara il Sindaco Giandomenico Albertella  –  questo non è il punto di arrivo ma la considero una buona base di partenza. Ora sarà compito dei rappresentanti di ciascuno degli enti sottoscrittori impegnarsi nell’attuazione di quanto contenuto nel protocollo con un monitoraggio continuo affinché sia impiegato il minor tempo possibile per la redazione degli studi, dei progetti e la realizzazione delle opere di messa in sicurezza”.

 

Il protocollo si pone inoltre l’obbiettivo di concordare le competenze tecniche ed economiche di ciascuna parte.

Nello svolgimento dell'attività di competenza la Regione, anche per tramite dell’Unione dei Comuni, si impegna ad eseguire gli studi geomorfologici dei versanti – ad esclusione dei tratti dove sono previste le gallerie la cui progettazione sono in capo ad ANAS –  e a progettare e realizzare gli interventi per la loro messa in sicurezza, con reti paramassi, disaggi pilotati ed altre opere necessarie.

Anas Spa si impegna sviluppare lo studio geomorfologico del versante in corrispondenza delle gallerie paramassi , i relativi progetti e la loro realizzazione . 

Con la firma del protocollo le parti, concordano che le priorità degli interventi da realizzare, urgenti a tutela della pubblica incolumità, sono stimati in euro 60 ML €, così di seguito dettagliate:

o     Messa in sicurezza dei versanti (investimento previsto di 25 ML €)

o     Realizzazione di due Gallerie Paramassi (investimento previsto pari a 27 ML €)

o     Ulteriori interventi di messa in sicurezza (investimento previsto pari a 8 ML €).

 e le risorse finanziarie per la copertura degli interventi risultano:

1.      25 ML € da Fondi per lo sviluppo e la coesione 2014-2020 (Delibera CIPE 98/2017) disponibili in favore della Regione Piemonte e da impegnare entro il 31/12/2021 con obbligazione perfezionata;

 2.      35 ML € dalla rimodulazione in corso di definizione del Contratto di Programma ANAS/MIT 2016-2020 sottoscritto in data 22.12.2017 e approvato con Decreto Interministeriale MIT/MET del 27.12.2017, n. 588, nella quale si prevede di inserire interventi di potenziamento e riqualificazione della SS 34. In attesa che si completi l’iter di rimodulazione del contratto di Programma, gli interventi saranno finanziati, in via di anticipazione, con le risorse destinate alla manutenzione straordinaria dallo stesso Contratto di Programma e non ancora utilizzate.

 Ulteriore copertura finanziaria è data dal valore complessivo indicato nell’Accordo di Programma tra la Regione Piemonte, l'Unione del Lago Maggiore, e il Comune di Verbania per la redazione degli studi e delle indagini sull'assetto geomorfologico dei versanti e di progetti di messa in sicurezza dei versanti e del transito lungo la strada statale n. 34 "del Lago Maggiore" nel tratto da Ghiffa a Cannobio (confine di Stato) ammontante ad euro 427.000,00 (Comune di Cannobio 200.000,00 euro, Cannero Riviera   26.000,00 €, Oggebbio, 20.000,00 euro, Ghiffa 41.000,00 euro, Verbania  40.000,00 euro,  Regione Piemonte 100.000,00 euro). Il soggetto attuatore del predetto finanziamento è L’Unione del Lago Maggiore.

Il Protocollo di intesa impegna le parti contraenti fino alla conclusione dell'intervento e comunque non oltre il 31 dicembre 2021

“Facendo seguito all’accordo di programma sottoscritto nel giugno scorso con la Regione  - precisa il sindaco Albertella - entro il mese di ottobre/novembre , sarà consegnato all’Unione dal Dipartimento di Ingegneria del Territorio del Politecnico di Torino , con cui è stato stipulato un contratto di ricerca finalizzato all’acquisizione dei dati territoriali ad alta risoluzione mediante l’integrazione di tecniche/strumenti e metodi innovativi in un approccio multi risoluzione e multiscala per la redazione degli studi e delle indagini sull’assetto geomorfologico dei versanti , il rilievo generale dell’area di studio di circa 7 kmq. da Ghiffa a Cannobio per una fascia di almeno 300 mt.

“Seguiranno poi i rilievi di dettaglio delle aree di  intervento  e per ciascuna di esse sarà redatta una scheda contenente i risultati delle analisi morfostrutturali, i dati del censimento e della schedatura degli apparati di protezione esistenti e la descrizione delle proposte di intervento. che permetteranno di definire le specifiche proposte progettuali . Questa ulteriore fase dovrà essere completata entro marzo 2019. Contestualmente ANAS completerà entro ottobre gli studi geomorfologici dei versanti nei tratti dove sono previste le gallerie paramassi per poi procedere alla fase della loro progettazione  “.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa