logo1

Problemi al Cobianchi, intervengono i rappresentanti degli studenti

 verbania cobianchi c

I ragazzi tuonano: "Giù le mani dal Cobianchi. Giù le mani dagli studenti. Giù le mani dalle scuole"

 

Comunicato stampa rappresentanti degli studenti Istituto Cobianchi - Giovedì 17 gennaio, viene inoltrato un articolo a noi rappresentanti d’istituto, narrante il falso sulla scuola di cui noi rappresentiamo gli studenti.

Scritta da un fantomatico collettivo studentesco, la lettera, che rappresenta unicamente il pensiero di chi l’ha scritta, proclama inagibile il terzo piano dell’Istituto d’Istruzione Superiore L. Cobianchi, per la presunta presenza di amianto.

Questo scritto, presentato ad una conferenza stampa del M5S, viene pubblicato sulla loro pagina Facebook e poi ripubblicato da Verbano24.

Convocati in presidenza, insieme ai due ragazzi autori della lettera, chiediamo delucidazioni riguardanti l’articolo.

Ciò che ne risulta è la poca informazione dei due ragazzi, che forse peccano d’inesperienza, riguardo il terzo piano, dove uno dei due ragazzi, svolge regolarmente le proprie lezioni senza intralci dovuti a problemi strutturali.

Seppur con toni eccessivi, dovuti all'indignazione del momento, siamo sicuri di aver svolto il ruolo per il quale gli studenti a inizio anno hanno scelto di essere rappresentati da noi.

Chiariamo il concetto che ci siamo esposti sulla strumentalizzazione non dei due ragazzi in se, ma della lettera pubblicata; quindi invitiamo il Movimento 5 Stelle a verificare le notizie che gli vengono poste e l’attendibilità delle fonti prima di pubblicarle, oltre all'invito chiarificatore per confrontarci riguardo l’accaduto.

Il giorno seguente viene pubblicato un comunicato stampa nel quale viene scritto: “lo stesso giorno sulla pagina Instagram gestita dai rappresentanti di istituto è comparso un commento infamante che insinuava che i ragazzi fossero strumentalizzati da noi con scopi elettorali e, due giorni dopo, lo stesso concetto, per una strana coincidenza, è stato ribadito negli stessi termini nel comunicato dei Giovani Democratici di cui sopra.
Riteniamo tali insinuazioni, che smentiamo categoricamente, di una gravità inaudita e lesive della dignità dei riceventi la lettera del Collettivo e di tutto il Movimento 5 Stelle che integrano diverse fattispecie di reato che saranno perseguite nelle competenti sedi.
 ”, accusa dalla quale categoricamente prendiamo le distanze, specificando che non siamo condizionati da nessuna forza politica e che agiamo a nome di tutti gli studenti della nostra scuola, ai quali dovevamo dare una risposta forte e chiara specificando l’agibilità del terzo piano.

Chiariamo inoltre che il collettivo, parlando a nome degli studenti, declassa noi dal nostro ruolo istituzionale per la quale, ripetiamo, abbiamo chiesto la fiducia agli studenti a inizio anno.
Stesso collettivo che ha pubblicato un comunicato dove viene riportato: “Teniamo alla nostra scuola e ci è sembrato giusto farlo. ”, anche se la lettera rema contro e non a favore del nostro Istituto.

Dal nostro punto di vista la lettera diffamatoria nei confronti della scuola che ha una storia ultracentenaria, nei confronti degli studenti e dei genitori che sono stati falsamente allarmati da un pericolo inesistente e nei nostri confronti che fin da quando è emerso il problema, siamo in continuo contatto con la Dirigente che a sua volta ha più volte sollecitato la Provincia che ha poi iniziato i lavori per la sistemazione dell’edificio scolastico.

GIÙ LE MANI DAL COBIANCHI.

GIÙ LE MANI DAGLI STUDENTI.

GIÙ LE MANI DALLE SCUOLE.

In fede i Rappresentanti d’istituto degli studenti

Vallo Giulia

Nobili Elisa

Ruffoni Simone

De Luca Antonio

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa