logo1

Veneto Banca: risultato del processo SREP2016

veneto banca

Il Gruppo ha ricevuto dalla BCE la notifica della nuova decisione in materia di requisiti prudenziali da rispettare su base consolidata

  Comunicato stampa Veneto Banca- Il Gruppo Veneto Banca comunica di aver ricevuto dalla Banca Centrale Europea, a conclusione del processo annuale di revisione e valutazione prudenziale (“Supervisory Review and Evaluation Process – SREP”), la notifica della nuova decisione in materia di requisiti prudenziali da rispettare su base consolidata ai sensi dell’art. 16 del Regolamento (UE) n. 1024/2013.La decisione richiede che i requisiti in materia di Fondi Propri si applichino a partire dal 31 marzo 2017 e prevedano il mantenimento, su base consolidata, di un coefficiente minimo di Capitale Primario di Classe 1 (Common Equity Tier 1 ratio – CET1) pari all’ 8,75%, costituito dalla somma del requisito minimo regolamentare di Pillar I del 4,5%, di un requisito aggiuntivo in materia di fondi propri del 3,00% (Pillar 2 Requirements – P2R) e del requisito combinato di riserva di capitale dell’1,25% per l’anno 2017 (Capital Conservation Buffer -CCB).Inoltre, sempre su base consolidata, si richiede il rispetto di un requisito minimo di Totale Fondi Propri (Total Capital Ratio – TC) del 12,25%. Questi in sintesi quindi i requisiti richiesti:

§  8,75% CET1 Ratio transitional;

§  10,25% Tier1 Ratio transitional;

§  12,25% Total Capital Ratio transitional; 

I coefficienti patrimoniali del Gruppo Veneto Banca al 30 giugno 2016 risultano pari a:   

CET1 Ratio transitional : 10,74%;
Tier1 Ratio transitional : 10,74%;
Total Capital Ratio transitional : 12,57%; 

Infine, nella stessa decisione è richiesto alla Banca, a partire dal 1 gennaio 2017, di mantenere un coefficiente minimo di copertura della liquidità (“Liquidity Coverage Ratio – LCR”) di almeno 10 punti percentuali superiore al requisito minimo regolamentare (80% a decorrere dal 1° gennaio 2017), l’aggiornamento del Piano Strategico e l’adozione di un Piano Operativo teso a ridurre i Non Performing Loans.I coefficienti patrimoniali al 31 dicembre 2016 verranno comunicati in occasione dell’approvazione da parte del CdA degli schemi preliminari di Bilancio 2016 incorporando inoltre l’esito della complessa attività valutativa attualmente in corso, tenuto conto anche del difficile contesto di mercato.

Pin It

Web TV

Ricetta della settimana

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa