logo1

5 milioni di euro da Fondazione Cariplo per i 7 progetti emblematici della provincia del VCO

 

Sono  progetti capaci di generare un positivo ed elevato impatto sulla promozione dello sviluppo culturale, scientifico, ambientale, educativo, economico e sociale locale per il territorio. Soddisfata Francesca Zanetta, recentemente rinominata nella Commissione centrale di beneficenza

fondazione cariplo

Sono sette i Progetti Emblematici selezionati da Fondazione Cariplo per la provincia del Verbano Cusio Ossola. Sette iniziative a cui sono destinati complessivamente 5 milioni di euro.

Sono  progetti emblematici capaci di generare un positivo ed elevato impatto sulla promozione dello sviluppo culturale, scientifico, ambientale, educativo, economico e sociale locale per il territorio.

 

 

I progetti selezionati:

 

Comune di Baceno per il Progetto Le vie alpine della spiritualità- Contributo di  270.000,00 euro

 

Comune di Domodossola per il Progetto “Dal Borgo della Cultura al Sacro Monte Calvario, Patrimonio UNESCO”- Contributo  1.100.000 euro

 

Comune di Santa Maria Maggiore per il Progetto “Impara l'arte e ....non metterla da parte”- Contributo di 250.000 euro

 

Parrocchia San Vittore Martire di Verbania per il progetto “Restauro conservativo Basilica di San Vittore Martire – Intra”- Contributo  1.000.000 euro

 

Associazione Nazionale Vigili del Fuoco Volontari di Torino per il progetto “Soccorso sicuro”- Contributo  1.240.000 euro

 

Parrocchia di S. Vittore di Cannobbio per il progetto di rifacimento della copertura in pietra della navata centrale della Chiesa di S. Vittore- Contributo 140.000 euro

 

Comune di Omegna per il progetto “Omegna, la città della creatività. La creatività come promotrice della qualità urbana, culturale ed economica della città”- Contributo 1.000.000 euro

 

 

I progetti emblematici

 

Gli interventi emblematici si concretizzano in progetti caratterizzati da un alto grado di complessità organizzativa, strutturale ed economica, ed affrontano problemi specifici di un territorio, sperimentano politiche innovative in campo sociale, culturale, ambientale, scientifico ed economico. Mirano ad un cambiamento delle condizioni di vita delle persone, attraverso un processo di progettazione e sperimentazione, gestito congiuntamente con altri soggetti pubblici e privati. In questo senso, gli interventi emblematici rispondono ai requisiti di esemplarità per il territorio e di sussidiarietà di intervento. 

 La recente modifica dello Statuto porta a 4 anni il mandato degli organi, e dunque viene rimodulato anche il piano dei cosiddetti “Interventi Emblematici Maggiori”.  

La novità, infatti, consiste nel fatto che Fondazione Cariplo destina a ciascun territorio provinciale la somma € 5.000.000 che sarà quindi erogata per il sostegno di iniziative aventi le caratteristiche di Interventi Emblematici.  Mantova quindi non dovrà più aspettare sei anni per avere di nuovo i contributi emblematici ma solo 4 anni.

 Gli Interventi Emblematici saranno attuati in favore di tre province ogni anno, in precedenza, essendo il mandato di sei anni, la rotazione annua era a vantaggio di due province:  Il nuovo calendario prevede questa sequenza: • anno 2019: i contributi “extra” andranno alla provincia di Como, provincia di Varese, provincia del Verbano-Cusio-Ossola • anno 2020: provincia di Brescia, provincia di Cremona, provincia di Novara • anno 2021: provincia di Lecco, provincia di Pavia, provincia di Bergamo • anno 2022: provincia di Sondrio, provincia di Mantova, provincia di Lodi 

 Possono essere ammessi a contributo solo progetti e interventi riconducibili ai settori di attività della Fondazione. I progetti devono essere realizzati sul territorio della provincia a beneficio della quale è stato effettuato lo stanziamento e devono avere dimensioni significative, idonee a generare un positivo ed elevato impatto sulla qualità della vita e sulla promozione dello sviluppo culturale, economico e sociale del territorio di riferimento.

 “Fondazione Cariplo è molto attenta alle esigenze del territorio – ha detto il Presidente di Fondazione Cariplo, Giuseppe Guzzetti – Quello dei Contributi Emblematici è una delle modalità con cui la Fondazione sostiene progetti a livello locale, col preciso scopo di realizzare iniziative davvero significative e di fondamentale importanza che restino alla comunità. Non dimentichiamo però che ogni anno, attraverso i bandi, che rappresentano la modalità principale ormai per la concessione di contributi, sosteniamo numerosi progetti di enti non profit con un sostanzioso impegno in termini economici. Le iniziative sono eterogenee a conferma del fatto che questo territorio sa esprimere una capacità progettuale ampia, e che esiste una forte relazione tra la Fondazione e le istituzioni e il mondo del Terzo Settore locale: tutti progetti meritevoli che hanno saputo individuare problemi emergenti legati sia al tema dell’ambiente che ai temi dell’accoglienza e dell’innovazione”. 

 “Vorrei esprimere- ha commentato Francesca Zanetta,  rinominata nei giorni scorsi nella Commissione Centrale di Beneficenza di Fondazione Cariplo - una grandissima soddisfazione per le reti di comunità che i progetti, in diverso modo e su diverse scale, hanno attivato: Primo fra tutti il progetto dei Vigili del fuoco Volontari! Un capolavoro dello stare insieme e del mettere insieme sforzi, risorse ed energie! Sostenuto da 74 comuni su 76 totali della Provincia alcuni dei quali proponenti loro stessi di progetti Emblematici ma che hanno comunque sostenuto una priorità d’insieme. La grande lezione e il gusto buonissimo di questi esiti sta nel fatto che vince sempre la squadra: la Comunità e visioni di una Comunità Unita!  A questo intervento di scala vasta e che premia un Volontariato capillare sul territorio fanno da sponda grandiosi progetti che riqualificano e danno slancio alle tre principali aree geografiche della nostra Provincia. Mi sento di affermare che ancora una volta la Fondazione ha risposto con attenzione e sensibilità ai bisogni del territorio, voglio ringraziare per questo modo concreto e vero di stare sulle cose il Presidente Avv. Giuseppe Guzzetti, la Dott.ssa Mariella Enoc e gli Uffici. Questo senso di concretezza sulle cose, la vicinanza ai Territori e alle Persone sono personalmente l’eredità bellissima e gli insegnamenti più grandi di questi sei anni trascorsi in Commissione Centrale di Beneficenza cui cercherò di dare seguito anche nel prossimo mandato”. 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa