logo1

Borgo della Comunità. Omegna si cambia : " Ognuno faccia un passo indietro. Non tutto è perduto"

 omegna panoramica

Borgo della Comunità, per "Omegna si cambia" non tutto è perduto e sprona il sindaco a ripartire

Ci siamo già espressi qualche giorno fa per manifestare il nostro dispiacere per la revoca dei contributi della Fondazione Cariplo a sostegno del progetto del Borgo della Comunità e dell'auditorium del liceo di Omegna.

Oggi, anche alla luce di alcune notizie e informazioni che abbiamo raccolto, ci permettiamo di invitare tutte le parti coinvolte a rimettersi attorno a un tavolo per cercare di non compromettere definitivamente quelle risorse di cui la città avrebbe bisogno.

Sappiamo (e ne abbiamo avuto conferma diretta) che le procedure di revoca dei finanziamenti delle fondazioni bancarie e nella fattispecie della Fondazione Cariplo, possono essere riaperte e riconsiderate. E quindi non tutto è perduto !!

Sembra l'amministrazione provinciale si sia già attivata per tentare di mantenere in vita il contributo di 500 mila euro fondamentale per realizzare la sala auditorium del liceo.

Allo stesso modo ci auguriamo che i protagonisti del Borgo della Comunità decidano di fare tutti un passo indietro per poter riuscire a fare insieme un balzo in avanti a fine di garantirsi quei contributi che volendo sono ancora a disposizione di Omegna.

Si tratterà forse di rimettere mano ai progetti, di rivedere idee e intenzioni e sarebbe certamente un segnale importante che non profumerebbe di compromesso ma finalmente di condivisione.

Speriamo che la sindaca non rimanga ferma alle posizioni espresse in queste ore ("Non si farà nulla. Nessun intervento potrà essere fatto, il Comune non ha fondi. Mi dispiace") e auspichiamo faccia la sua parte promuovendo un nuovo confronto con il Forum, coinvolgendo magari anche altre associazioni e realtà del territorio.

Non è vero che nulla può essere fatto e che tutto sia compromesso. Recuperare quei finanziamenti si può!

E riuscirci, di fronte alla Fondazione Cariplo e soprattutto di fronte ai cittadini, sarebbe la dimostrazione e la testimonianza di una città capace di confrontasi e di incontrasi e non solo di scontrarsi.

Omegna, si cambia!

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa