logo1

Bls replica alle denunce dei frontalieri

 bls

Le ferrovie private svizzere ammettono il disservizio di ieri e si scusano per i disagi arrecati nonostante le corse autobus sostitutive

COMUNICATO STAMPA - "Ieri, lunedì 2 ottobre 2017, il treno BLS delle ore 17.22 da Briga è dovuto tornare indietro a Varzo prima dell’orario. Motivo del disguido è stato un disturbo nell’impianto di segnalazione nella infrastruttura italiana tra Varzo e Domodossola. Il treno viaggiava con una composizione di due Lötschberger (340 posti a sedere) ed era, con 300 persone a bordo, molto ben utilizzato. La BLS ha subito organizzato dei bus sostitutivi, ma purtroppo non potevano trasportare tutti i viaggiatori come in treno. La BLS si scusa perciò con tutti i viaggiatori che, per il motivo sopra descritto, hanno subito questo disagio.

Oggi, martedì 3 ottobre, BLS ha messo in funzione per la prima volta il treno del mattino presto delle ore 5.58 da Domodossola con una composizione, invece che con due, con tre Lötschberger. In questo modo l’impresa ha affrontato i problemi dei posti a  sedere anche per il futuro, portandone il numero a 510! Oggi non si è avuto infatti alcun problema di posto in questo treno del mattino.

Pin It

Web TV

Ricetta della settimana

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa