logo1

Nuovo consiglio direttivo per l'associazione Produttori Apistici dell'Ossola

associazioni apistici ossola 

 

Nuovo Presidente dell'Associazione il bacenese Giacomo Prina. Suoi vice : Arioli Michele e Luigi Giovangrandi

COMUNICATO STAMPA - L’Associazione con sede a Domodossola che dal 12 ottobre 1984, unisce e sostiene  quegli apicoltori che per passione o per professione seguono e vivono il prezioso Mondo delle Api, il miele e i suoi molteplici prodotti. Il Presidente uscente Luigi Giovangrandi lascia la guida al nuovo Presidente Giacomo Prina, apicoltore di Baceno; Vice Presidenti Arioli Michele (Premosello), Luigi Giovangrandi (Montecrestese); gli altri consiglieri: Bendinelli Armando (Preglia di Crevoladossola), Benoni Mattia (Crodo), Colli Mauro (Preglia di Crevoladossola), Mottini Paolo (Domodossola), Solaro Walter (Beura Cardezza), Zani Silvana (Santa Maria Maggiore); confermato il segretario Massimo Modoni (Masera).

Un’associazione che conta ad oggi circa 100 associati, oltre 1000 alveari, e che raccoglie produttori di diverso genere: chi per hobby e chi ha scelto di farlo diventare la propria professione investendo sulla natura, i suoi ritmi e le sue leggi. Nelle intenzioni del nuovo Consiglio, l’impegno a supportare l’apicoltore nello sviluppo delle proprie attività fornendo servizi, supporto logistico, amministrativo e informativo con particolare attenzione a coordinare corsi di aggiornamento, appuntamenti tematici informativi per la formazione di tutti gli apicoltori. Il tutto grazie alla collaborazione con l’Associazione regionale AgriPiemonte Miele.
Inoltre, un’attenzione nell’investire nell’informazione verso il consumatore finale, per far conoscere e comprendere  meglio il ruolo delle api.“Supportare l’Associazione – dice Giacomo Prina - non indica solo l’aiuto agli apicoltori, ma significa anche sostenere  e promuovere l’intero territorio Ossola, attraverso la diffusione dei prodotti apistici naturali come il miele, il polline, la propoli e la pappa reale.
Dobbiamo incentivare l’utilizzo di Buone Pratiche, di tecniche apistiche che rispettino questi portentosi insetti sociali e la natura. Intensificare l’attenzione dell’apicoltore sulla qualità del proprio miele.
Il 2017 è stato un anno difficile per l’Apicoltura. Le continue condizioni meteo avverse (gelate primaverili e siccità estiva) hanno compromesso gran parte del raccolto. Si stima una produzione nazionale pari al 30% rispetto alle medie annuali. Fortunatamente,  i nostri territori alpini sono stati meno colpiti. Alcune fonti di informazione annunciano che, come conseguenza, si sta verificando un aumento dell’importazione estera di scarsa qualità fino ad arrivare, in alcuni casi, alla contraffazione del miele.
Per questo, l’Associazione consiglia tutti i consumatori di prestare attenzione all’etichetta sull’origine del miele e ad affidarsi ai produttori locali, sinonimo di qualità e genuinità.
Invito tutti gli Apicoltori Ossolani ad associarsi perchè, proprio in questi anni difficili, occorre stare uniti.
Esorto tutte le persone amanti della natura ad approfondire la conoscenza del mondo delle api.
Sarà un’esperienza che vi accrescerà interiormente. Proteggere le api significa proteggere se stessi e il mondo in cui viviamo.”

Pin It

Web TV

Ricetta della settimana

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa