logo1

79 volte non paga pedaggio A 26. Il giudice lo assolve

Non c'è certezza che alla guida ci fosse il proprietario del mezzo e così il giudice lo assolve. E' successo a Verbania

casello a 26

 

Per 79 volte il suo furgone passa dal casello senza pagare il pedaggio, ma non ci sono prove che alla guida ci fosse il proprietario che, quindi, viene assolto. A processo in Tribunale a Verbania c’era un artigiano di Monza, accusato di insolvenza fraudolenta. Secondo quanto documentato dalle telecamere della barriera del Lago Maggiore in A26, il suo furgone tra dicembre 2014 e giugno 2015 era passato per 79 volte dal casello senza mai versare il pedaggio. Società Autostrade si era costituita parte civile al processo, chiedendo il risarcimento di mancati pagamenti per ben 1461 euro. Le telecamere hanno però ripreso la targa del mezzo, ma mai il conducente. Dunque, come ha sostenuto l’avvocato difensore dell’artigiano, non c’era prova che l’imputato fosse stato effettivamente alla guida. La pm Anna Maria Rossi ha chiesto la condanna a 6 mesi, il giudice Donatella Banci Buonamici lo ha assolto. 

 

M.e.g.

 

Pin It

Ricetta della settimana

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa