logo1

Pescatori e ricercatori impegnati nella tutela delle specie autoctone

Villadossola ha ospitato l'annuale assemblea dei pescatori del Vco. Durante i lavori illustrato il progetto  " Idrolife "
 
villa pescatori assemblea
 
Tutelare le specie native delle nostre acque  riequilibrandone la popolazione e contrastando il diffondersi delle specie esotiche invasive.  E’ l’obiettivo del progetto illustrato nel corso dell’assemblea dei pescatori della provincia, tenutasi a Villadossola domenica mattina.  ‘’Idrolife’’ è stato illustrato da Stefania Trasforini di Graia, la società partner del progetto, e da Paolo Sala, ricercatore del CNR di Verbania.
‘’IdroLife’’ prevede anche interventi sull’interruzione della continuità fluviale, interruzione causata da ostacoli che impediscono alle specie autoctone di risalire i corsi d’acqua. Interventi sono previsti sull’asta del Toce dal lago Maggiore sino al lago Tana a Crevoladossola, sul lago di Mergozzo e sui corsi d’acqua del parco Val Grande  nonché sul torrente San Bernardino nel Verbano  Serviranno a eliminare gli sbarramenti artificiali che impediscono ai pesci di risalire il Toce, ostacoli che saranno ‘aggirati’ con soluzioni tecniche al ponte di Migiandone, alla diga di Prata di Vogogna, al ponte delle Sei arcate e al ponte della Mizzocola a Domodossola e allo sbarramento al lago Tana a Crevoladossola.

Oltre al progetto, l’assemblea dei pescatori è servita a fare un bilancio del 2017 che ha visto 2100 pescatori tesserati in provincia.

Due ore e mezza di confronto sui problemi della pesca nel VCO. Oltre ai bilanci, si è parlato di semine, dei tre incubatoi di Crevoladossola, Malesco e Baveno; dell’attività agonistica, di vigilanza e delle modifiche apportate allo statuto. Numerosi anche i recuperi di pesci nei corsi d’acqua che, nel 2017, sono stati interessati  da lavori di diversa natura.

Il presidente Gian Mauro Bertoia ha annunciato che ad aprile la Nazionale Italiana di pesca a mosca si allenerà nel fiume Toce in preparazione dei Mondiali in Nuova Zelanda. Perché i corsi d'acqua del VCO sono molto simili a quelli neozelandesi.

 

Renato Balducci

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa