logo1

Regioni: Piemonte; terreni incolti assegnabili a chi coltivi

 crodo
 
La giunta regionale ha definito di criteri per poter assegnare i terreni dei quali è impossibile individaure la titolarità
 
In Piemonte sarà possibile assegnare i terreni incolti o abbandonati a chi si impegna a coltivarli. Lo ha deciso la Giunta regionale di Sergio Chiamparino, che nella riunione di oggi ha definito i criteri di assegnazione dei terreni dei quali è impossibile individuare la titolarità oppure il proprietario risulta irreperibile, e che si
trovano interclusi o confinanti con aree coltivate.
I Comuni o le Unioni di Comuni potranno assegnarli agli imprenditori agricoli o alle associazioni fondiarie che si obbligano a coltivarli sulla base di un piano di sviluppo
aziendale di durata almeno quinquennale. Obiettivo, "consentire la valorizzazione del patrimonio dei rispettivi proprietari, rispondere alle esigenze di tutela ambientale e paesaggistica, concorrere all'applicazione delle misure di lotta obbligatoria agli organismi nocivi ai vegetali, prevenire i rischi idrogeologici e di incendio". 
Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa