logo1

Il Tribunale di Verbania respinge il ricorso urgente di Euroslot

La Srl chiedeva di fermare l'applicazione della legge regionale sul gioco d'azzardo, in particolare nella parte che impone distanze minime tra macchinette e luoghi sensibili
 
 
verbania tribunalee
 
 
Respinto dal Tribunale di Verbania il ricorso urgente con il quale Euroslot Srl chiedeva di fermare l’applicazione della legge regionale sul gioco d’azzardo, in particolare nella parte che impone delle distanze minime (di 300 metri per i Comuni sotto i cinquemila abitanti e 500 metri per gli altri) tra le macchinette e i luoghi ritenuti “sensibili”, come scuole, carceri, ospedali, banche, stazioni. Per chi non rispetta la norma, le sanzioni previste vanno da 2 mila a 6 mila euro per ogni apparecchio trovato acceso e l’immediata applicazione dei sigilli. La questione è stata discussa davanti al giudice Maria Cristina Persico, che ha riconosciuto la legittimità della Regione Piemonte che ha esercitato il proprio potere legislativo, che non può essere leso dall’autorità giudiziaria.
Lo scorso 20 novembre è scaduto il termine del periodo transitorio concesso alle attività per mettersi in regola. Secondo le motivazioni addotte dalla società ricorrente, il volume di affari si sarebbe notevolmente ridotto, con ricadute sull’occupazione. A Verbania, ha fatto notare la ricorrente, sarebbe praticamente impossibile tenere accesa la maggior parte delle macchinette. La norma, inoltre, secondo la ricorrente, sarebbe in contrasto con i principi comunitari e contro il principio di uguaglianza stabilito dalla Costituzione. Inoltre, andrebbe contro le norme che tutelano la proprietà privata.
 
di Maria Elisa Gualandris
Pin It

Ricetta della settimana