logo1

"Nonno vigile" ad Arona: appalto vinto da una onlus di Salerno

La onlus pare intenzionata a reclutare nella città del Sancarlone le persone che stazioneranno in prossimità delle scuole

arona nonno vigile

 

E’ cambiato il sistema di gestione del nonno vigile. Il vecchietto molto gentile e disponibile che accompagna gli alunni nell’attraversamento delle strade in prossimità degli istituti scolastici non sarà più il volontario che mette a disposizione il suo tempo libero in cambio di pochi euro. Con l’abolizione dei vaucher bisogna fare il bando. Il caso di Arona è eclatante. Il bando è stato emesso a metà dicembre e lo ha vinto, per il 2018 e il 2019, una onlus con sede a Palla, in provincia di Salerno. Novecentocinquanta chilometri per arrivare nella città del Sancarlone e gestire il servizio. Prima i volontari del territorio venivano selezionati, oltre che in base alle capacità, anche per la situazione economica, dovevano possedere un Isee molto contenuto.  A loro veniva dato un corrispettivo netto di circa 7 euro orari, che corrispondevano a circa 35 euro a settimana.  “Vola”, così si chiama l’associazione salernitana che si è aggiudicata il bando, percepirà un compenso annuo di 10.500 euro complessive per tutte le scuole cittadine. Per il 2018, anno già in corso, il compenso sarà di 9.570 euro.   Al di là di quanto accaduto ad Arona ci si chiede come si possa far sparire una figura che si era distinta per la disponibilità, la cortesia, la puntualità nel gestire il servizio con ogni condizione meteo.   La onlus Vola di Salerno pare intenzionata a reclutare nella città di Arona le persone da disporre in prossimità degli istituti scolastici. Non ancora chiaro il metodo con cui reperirà nell’aronese le persone disponibili a coprire il ruolo.

 

di Franco Filipetto

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa