logo1

Il Ministero sblocca 4 milioni e 900 mila euro da investire ad Arona

Una ventina in totale le amministrazione di Vco e alto novarese alle quali è concesso di utilizzare i propri soldi di bilancio bloccati dal patto di stabilità

arona dallalto

 

Con un decreto dello scorso 9 febbraio il Ministero delle Finanze ha resto nota la lista dei comuni ai quali è concesso utilizzare i propri soldi di bilancio bloccati dal patto di stabilità. Spazi finanziari per complessivi 900 milioni di euro a livello nazionale agli enti locali che hanno effettuato richiesta ai sensi dell’articolo 1 della legge 11 dicembre 2016, al fine di favorire gli investimenti da realizzare attraverso l'utilizzo dei risultati di amministrazione degli esercizi precedenti e il ricorso al debito. Un provvedimento in attuazione del cosiddetto “Patto di solidarietà nazionale verticale”.

L'importo più sostanzioso a livello locale è quello per il comune di Arona: 4 milioni e 900 mila euro da investire nel 2018 attraverso i quali l'amministrazione annuncia una serie di interventi certi: la realizzazione del parcheggio sopraelevato di Compagnia dei Quaranta, il rifacimento del pavimento della Scuola Media Giovanni 23° che contiene fibre d'amianto, il rifacimento dell'ingresso e il restauro del cimitero, la sostituzione di tutte le luci della città e delle scuole con lampade led, la posa di erba artificiale nel campo di via Montenero, la completa ristrutturazione e l'arredo dell'appartamento di via XX settembre per il progetto "Dopo di noi".

1 milione e 700 mila euro di investimenti poi per la provincia di Novara, la maggior parte sarà destinata all'edilizia scolastica.

In totale sono una ventina i comuni di VCO e Alto Novarese che appaiono nella lista pubblicata dal Ministero. 475 mila gli euro da investire a Verbania, 300 mila quelli per Domodossola, 130 per Omegna. Tra gli altri importi di una certa rilevanza: 405 mila euro di investimenti per Dormelletto, 370 mila per Baceno, 287 mila per Castelletto Ticino, 277 mila per Masera, 250 mila per Sesto Calende e Macugnaga.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa