logo1

Raccolta differenziata, campagna di sensibilizzazione a Gravellona

L'amministrazione Morandi vuole incrementare le percentuali di raccolta differenziata sul territorio comunale e lancia il compostaggio domestico

gravellona municipio

 

Gravellona Toce investe nella raccolta differenziata. Lo fa con una campagna di sensibilizzazione rivolta a tutti i cittadini. I dati relativi al comune cusiano non sono affatto negativi, anzi le percentuali sono migliori rispetto a molti altri comuni limitrofi. Eppure l’amministrazione comunale non vuole lasciare nulla al caso e vuole incrementare ancor di più la raccolta differenziata dei rifiuti urbani. “La formula del riusa, ricicla, riduci è sempre più importante – sottolinea il sindaco Gianni Morandi –. Genera risparmi economici significativi”. Uno degli obiettivi fissati dal primo cittadino riguarda il miglioramento dello smaltimento dell’umido. “Non genera reddito ma costa circa 90 euro a tonnellata per lo smaltimento per un costo totale annuo di 90mila euro, ovvero il 7.5% dei costi totali della Tari, la tassa sui rifiuti – precisa Morandi –. È per questo che si è deciso di incentivare l’autosmaltimento domestico, attraverso il compostaggio, perché può essere un modo di rendere possibile qualche economia in modo abbastanza facile”. I dati dell’Osservatorio provinciale sui rifiuti dicono che a Gravellona Toce negli scorsi anni è stato prodotto un chilo e mezzo di rifiuti pro-capite al giorno contro una media di un chilo e 360 grammi nel Vco. Tuttavia, la media della raccolta differenziata di Gravellona Toce è notevole: si attesta, infatti, sul 75% ed è stabile da una decina d’anni a questa parte. “Su un totale di 4244 tonnellate di rifiuti ben 1044 sono state mandate a smaltimento al costo di circa 40 euro alla tonnellata – aggiunge Morandi –. Abbiamo speso quasi 150mila euro per tale operazione. L’obiettivo nel futuro, attraverso apposite campagne informative, è di migliorare. Ne va del bene di tutti, basti pensare che dal 2004, quando la raccolta differenziata era pari al 54%, ad oggi il risparmio per lo smaltimento è di circa 126mila euro. In futuro con percentuali di raccolta del 85 o 95% potremmo risparmiare ancora dal 15 al 20% sul totale della bolletta”.

 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa