logo1

Atti vandalici alle Cupole di Gravellona, arrestato un egiziano

Sul posto i Carabinieri di Verbania, a dare l'allarme un dipendente del vicino supermercato Tigros

 carabinieri auto notte

 

Con un coltellino stava danneggiando i tendoni delle Cupole di Gravellona Toce e a sassate distruggeva i vetri l’egiziano arrestato nella serata di ieri dai Carabinieri del Nucleo operativo radiomobile di Verbania. A dare l’allarme era stato un dipendente del supermercato Tigros, che sentendo rumore aveva guardato cosa stesse succedendo e ha urlato all’uomo di fermarsi. Questi, però, per tutta risposta, gli ha tirato delle sassate contro. A quel punto è partita la chiamata al 112, con l’arrivo dei militari sul posto. L’egiziano, in evidente stato di alterazione, ha insultato e preso a calci e pugni i Carabinieri, che a fatica sono riusciti a caricarlo in auto e portarlo in camera di sicurezza al Comando provinciale. Questa mattina è comparso davanti al giudice Rosa Maria Fornelli. Deve rispondere di resistenza, minacce, e porto abusivo di arma o oggetto atto a offendere. La pm Anna Maria Rossi ha chiesto per l’egiziano, che pronunciava frasi sconnesse e sosteneva di essere perseguitato dai servizi segreti del suo Paese, la custodia cautelare in carcere. L’avvocato Antonello Viviano ha chiesto un termine a difesa. L’udienza è stata quindi rinviata al prossimo 13 aprile, nel frattempo il giudice ha accolto la misura del pubblico ministero e l’uomo, che ha precedenti per furto ed è senza fissa dimora, è stato portato in carcere.

 

di Maria Elisa Gualandris

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa