logo1

Consiglio regionale Piemonte, avvicendamenti a Palazzo Lascaris

 
 angelo bona 
Boeti succede alla presidenza Laus . In consiglio regionale entra anche il nebbiunese Angelo Bona, ex leghista ora Forza Italia 
Cambio della guardia oggi in Consiglio regionale, dove otto consiglieri approdati in Parlamento sono stati sostituiti da nuovi colleghi. Quasi completamente rinnovato il gruppo di Forza Italia, che ha visto avvicendarsi cinque membri su sei. Due i nuovi consiglieri Pd, che hanno sostituito esponenti di peso come l'ex presidente del Consiglio regionale Mauro Laus e l'ex capogruppo Davide Gariglio, anche nella Lega si è registrato un nuovo esordio.
 
Rivoluzionato l'Ufficio di presidenza, a guidare l'Aula è stato eletto Nino Boeti, esponente Pd che finora aveva ricoperto il ruolo di vicepresidente.
 
Le surroghe, deliberate dalla Giunta per le Elezioni la settimana scorsa, sono state approvate questa mattina. Forza Italia, dove era rimasto solo Francesco Graglia, ha visto entrare al posto di Daniela Ruffino l'ex capogruppo azzurro al Comune di Torino Andrea Tronzano. E ancora, il novarese Angelo Bona al posto del capogruppo Gilberto Pichetto, il valenzano Luca Rossi al posto di Massimo Berutti, l'ex sindaco di Chivasso Andrea Fluttero (che sarà capogruppo) al posto di Claudia Porchietto, e Giuseppe Policaro al posto di Diego Sozzani. Il Pd ha sostituito Laus con l'ex sindaca di Cantoira Celestina Olivetti, e Gariglio con l'ex consigliere comunale torinese Luca Cassiani. Nel Carroccio, Benvenuto ha lasciato il posto a Benito Sinatora, leghista della prima ora.
 
L'Ufficio di presidenza, con la promozione di Boeti e l'uscita di Ruffino, ha visto entrare due nuovi membri: Graglia che sarà vicepresidente di minoranza, e l'esponente Mdp Valter Ottria che sostituisce Angela Motta, finora consigliere segretario, divenuta la nuova vicepresidente di maggioranza.
 
Immutata la posizione dei consiglieri segretari Gabriele Molinari (Pd) e Giorgio Bertola (M5s).
 
"Vi garantisco - ha detto nel suo primo intervento da presidente Boeti, ortopedico di 65 anni a Palazzo Lascaris dal 2005 - che avete eletto un uomo per bene. In questi anni il Consiglio regionale ha lavorato all'insegna della trasparenza e in questo solco continueremo a muoverci. L'istituzione che rappresento è al di sopra delle parti e garantisce pari dignità alle forze politiche. Io sarò il garante di questi diritti".Tra le prime iniziative che metterà in campo, Boeti ha citato una nuova legge elettorale: "sarà la prima cosa - ha annunciato - che chiederò ai partiti". (ANSA).
Pin It

GUARDA LA TV LIVE

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa