logo1

Furto soccorso alpino, Bartolucci ringrazia i Carabinieri

E' un giovane appassionato di montagna il ladro che lo scorso 25 marzo ha rubato diverse apparecchiature nella sede dei volontari del soccorso alpino a Villadossola
 
 
villa strumenti soccorso alpino rubati
 
E’ un ventiduenne di Villadossola, A.R., appassionato di montagna, il responsabile del furto ai danni del Soccorso Alpino dello scorso 25 marzo. I Carabinieri della Stazione di Villadossola lo hanno denunciato alla Procura. I soccorritori avevano scoperto che dalla loro sede erano scomparsi strumenti e apparecchiature per il soccorso in montagna in inverno: Artva, sonde, matasse di corda per arrampicata, imbraghi ed un generatore di corrente. Parte del materiale era custodita all’interno di un automezzo di soccorso utilizzato come unità operativa e parcheggiato nel magazzino ex “latteria sociale” in Via Rovaccio. Il veicolo era regolarmente chiuso e la chiave era stata riposta in una cassetta di sicurezza con combinazione. 
Il ladro è entrato da una porta non bloccata per problemi contingenti, ha individuato la cassetta di sicurezza, posizionata in una zona riparata del magazzino, ha sbloccato la combinazione e poi portato via il ricco bottino.
I Carabinieri hanno identificato il presunto ladro, appassionato di montagna che, nei giorni scorsi, aveva tentato di contattare alcuni esercenti locali di materiale sportivo per rivendere la refurtiva, senza successo. Gli elementi acquisiti dai militari hanno messo il giovane alle strette al punto da indurlo a confessare ed a permettere di ritrovare tutto il materiale sottratto, restituito ai volontari. 
Soddisfatto il sindaco di Villadossola Marzio Bartolucci: “Tiriamo tutti un sospiro di sollievo per la soluzione di questa vicenda particolarmente odiosa. Ho sentito  il capostazione di Villadossola Flavio Bertagna che mi ha chiamato per confermarmi la riconsegna del materiale sottratto e ringraziare per la disponibilità dimostrata dal Comune e dall’Unione Montana. Il Comune di Villadossola ha infatti deliberato un contributo di 400 euro (che in ogni caso abbiamo deciso di confermare come contributo in favore dell’associazione); per quanto riguarda l’Unione dei Comuni ricordo la giunta aveva dato disponibilità ad erogare il contributo straordinario motivato dalla situazione contingente. Tutto è bene ciò che finisce bene”.
 
M.e.g.
Pin It

Ricetta della settimana