logo1

Elezioni Verbania, non si esclude un candidato leghista a guidare il centro destra

Lo ha affermato il commissario della Lega VCO Preioni. Presente all'incontro di ieri anche l'onorevole Alberto Gusmeroli

verbania lega preionigusmeroli

 

Non esclude la possibilità che a guidare il centro destra alle prossime elezioni comunali di Verbania sia un candidato leghista Alberto Preioni. Ieri sera all'auditorium Sant'Anna incontro per fare il punto della situazione dopo le elezioni e dopo la frattura che si è consumata nel Carroccio dopo la candidatura di Enrico Montani al Senato, con le dimissioni di alcuni segretari di sezioni, a cominciare dal verbanese Roberto De Magistris. "Stiamo facendo ripartire la sezione di Verbania - commenta Preioni -. La sala era piena, con tante persone nuove e anche altri che negli anni si sono già impegnati politicamente. Ripartiamo dal 27 percento a livello provinciale e dal 20 percento a Verbania. Gestire questa fase è un onere e un onore". La Lega si prepara ad essere il traino e a ricompattare il centro destra in vista delle amministrative. "Ci vuole un candidato sindaco forte - dice Preioni -. Marchionini ha molte difficoltà sia nel suo partito, sia con i funzionari comunali che nella giunta, come ha dimostrato il continuo cambio di assessori. Però non va sottovalutata, perché in città viene comunque vista come sindaco decisionista". Sull'ipotesi Di Giandomenico Albertella come candidato del centro destra Preioni prende tempo: "è sicuramente uno dei nomi presi in considerazione, ma certo se trovassimo in queste settimane un candidato leghista forte non lo disdegneremo. Ma con seria responsabilità prenderemo in considerazione figure serie e responsabili che permettano al centro destra di prendersi il capoluogo. Il Pd è ormai agli sgoccioli, ha fatto troppe promesse che non ha mantenuto e ha disilluso le aspettative della città".

Critiche su quanto fatto dal Pd a livello provinciale anche dall'onorevole del carroccio Alberto Gusmeroli; ha spiegato che con i sindaci del territorio i parlamentari chiederanno lo stato di emergenza per la situazione nella quale versano le nostre strade.

 

di Maria Elisa Gualandris

Pin It

Ricetta della settimana