logo1

E' sbocciata la primavera ma in montagna persiste il pericolo valanghe

Nuovamente chiusa a tempo indeterminato da ieri sera la strada comunale Goglio-Devero

riale fondo

 

La primavera è arrivata – cielo azzurro e temperature gradevoli sono attese per tutta la settimana, weekend compreso – tuttavia sulle nostre montagne è ancora importante il manto nevoso presente, certamente superiore alla media del periodo. Attenzione dunque: se c'è l'opportunità di godere ancora di insoliti paesaggi candidi per passeggiate in famiglia o con gli amici, è bene salire in quota in sicurezza, perché il pericolo valanghe in questi giorni oscilla ancora tra moderato e marcato e naturalmente cresce nelle ore più calde della giornata. Lo riferisce il bollettino dedicato di ARPA Piemonte.

Proprio a causa del pericolo valanghe è nuovamente chiusa da ieri sera la strada Goglio-Devero, in comune di Baceno. Il sindaco e presidente del Vco Stefano Costa spiega che la marcata instabilità è legata a diversi fattori tra i quali l' avvicinarsi delle condizioni di isotermia su tutto lo spessore di neve al suolo o in gran parte di esso e la percolazione di acqua fino agli strati basali con conseguente riduzione delle condizioni di attrito e di stabilità. Si sta generando un'intensa attività valanghiva spontanea (valanghe di medie/grandi dimensioni) alle quote di interesse e un pò su tutte le esposizioni. <Sulla strada comunale Goglio-Devero permangono alcuni punti di criticità: uscita dell'ultima galleria e rettilineo prima dei parcheggi interrati. Non potendo controllare, tantomeno prevedere il momento in cui questi versanti si scaricheranno, la viabilità, pedonale e veicolare, è interrotta a tempo indeterminato> conclude Costa. La situazione viene monitorata molto frequentemente, così da poter valutare il grado di rischio residuo.

Pin It

Ricetta della settimana