logo1

Ancora un capotreno aggredito. E' successo ad Arona

E' il decimo caso registrato, in poco più di una settimana, lungo le tratte che uniscono il Piemonte alla Lombardia

treno

 

Ancora una aggressione ad un capotreno. Questa volta è avvenuta in stazione ad Arona sul treno che stava per partire per Novara attorno alle 8. Il capotreno ha chiesto subito il biglietto ad un cittadino di origini cinesi, questo ha affermato di esserne sprovvisto. Mentre stava per compilare il biglietto il capotreno è stato colpito da una pugno in pieno volto. I testimoni hanno subito allertato carabinieri, vigili urbani e 118. Intanto il cinese si dava alla fuga attraversando i binari evitando di servirsi del sottopassaggio . Nella fUga è inciampato su una rotaia e è caduto con il volto vero la massicciata. Secondo i testimoni, che hanno assistito all’aggressione, si sarebbe pure ferito al viso. Intanto i sanitari dell’ambulanza del 118 prestavano le cure al dipendente di Rfi. Una volta medicato però il capotreno, che era stato invitato a farsi trasportare al Dea del Santissima Trinità di Borgomanero, ha firmato per rinunciare al ricovero è risalito sul convoglio per Novara, proseguendo nel suo servizio. Sulle tracce del cinese si sono mossi anche gli agenti della polizia locale, ma ormai si era allontanato seppur sanguinante . E’ la terza aggressione ad un dipendente di un ente ferroviario tra Piemonte e Lombardia in poco meno di dieci giorni. Sull’identità della vittima dell’aggressione le forze dell’ordine mantengono il riserbo.

 

Franco Filipetto

 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa