logo1

Una bancarotta da 14 milioni. La Finanza denuncia due persone

L'indagine condotta dalle Fiamme gialle di Verbania è stata coordinata dal sostituto procuratore Fabrizio Argentieri

guardiafinanza caserma

 

L’accusa è bancarotta fraudolenta per un ‘giro’ di 14 milioni di euro. E’ quanto contesta la Guardia di Finanza a due persone, accusate di aver spogliato di ingenti beni una società causando danni ai creditori.  E’ il risultato finale dell’indagine condotta dalle Fiamme Gialle, coordinate dal sostituto procuratore della Repubblica, Fabrizio Argentieri. Le denunce sono scattate dopo una complessa attività di polizia giudiziaria su un gruppo di società che operano nel settore delle costruzioni edilizie della nostra provincia.  

I finanzieri hanno passato al setaccio una copiosa documentazione e fatto accertamenti contabili e bancari. Il risultato emerso è un evidente depauperamento del patrimonio societario per quasi 14 milioni di euro. Fin dal 2006, erano stati creati di crediti fittizi nei confronti delle società, attraverso molteplici compravendite di quote delle società del gruppo i cui prezzi erano stati gonfiati. ‘’Tali crediti – spiegano le Fiamme Gialle - consentivano agli indagati di drenare denaro dalle casse societarie mediante indebiti rimborsi a danno dei creditori’’. 

 

Renato Balducci

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa