logo1

Fallimento Co Ver Energy ed Energia, condannati i vertici

Bancarotta fraudolenta, condannati i rappresentanti della società inglese Oxara. Accolte le richieste del Pm

 
 
verbania tribunaled
 
Condannati a due anni ciascuno gli imputati per il fallimento di Co-Ver Energia e di Co-Ver Energy Holding, ovvero i rappresentanti della società inglese Oxara: Christopher Grindal, Riccardo Gubboli, Stephen Oxenbridge e Robert Sharrat. L’accusa era di bancarotta fraudolenta. Il collegio presieduto dal giudice Luigi Montefusco ha accolto la richiesta del pm Fabrizio Argentieri, che ha sostenuto che grazie alla Oxara furono sottratti al fallimento del gruppo dei parchi eolici a Enna e Campobasso per un valore di venti milioni di euro. Attività in buono stato finanziario, la cui cessione avrebbe avuto secondo l’accusa sul gruppo conseguenze devastanti, in una situazione già difficile. La società Oxara aveva acquistato per milioni di euro una parte di quote di Co-Ver Energy Holding. I rapporti di affari però finirono e, nel 2009, Co-Ver Energy Holding trasferì a Oxara gli impianti. Secondo le difese, ciò avvenne come parziale risarcimento dell’investimento fatto dalla società inglese e per evitare una causa legale. Secondo la Procura, quella fu, invece, un’operazione studiata a tavolino per sottrarre gli impianti ai creditori. I difensori degli imputati hanno sostenuto che Oxara fu danneggiata da Co-Ver, dal momento che a fronte di un forte investimento i rapporti furono chiusi prima del previsto, con una perdita notevole ed evidenziato che l’accordo stretto fosse pienamente legittimo. Il pm aveva tenuto conto nelle richieste di condanna del fatto che il fallimento di una delle società controllate che si era costituito parte civile è stato risarcito.
 
Maria Elisa Gualandris 
Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa