logo1

Truffe ad anziani, condannato

Sei anni e quattro mesi per Giuselle De Lorier, sinti, di 41 anni, per una serie di truffe ai danni di anziane messe a segno nell'estate 2016 tra Vco e Novarese

tribunale verbania

 

Sei anni e quattro mesi è la pena alla quale è stato condannato Giuseppe De Lorier, 41 anni, sinti, residente nel vercellese, difeso dagli avvocati Davide Gatti e Ferruccio Rattazzi, per una serie di truffe ad anziane, messe a segno tra Vco e novarese, soprattutto nella zona del Vergante. A processo anche un presunto complice dell’imputato, che è stato assolto. Secondo l’accusa della pm Sveva De Liguoro i due si spacciavano per addetti dell’acquedotto, dicevano di dover controllare i contatori o la qualità dell’acqua e, una volta che le vittime li avevano fatti entrare in casa, con raggiri si facevano consegnare contanti e gioielli.  I fatti risalgono all’estate del 2016: nel fascicolo sono stati considerati undici colpi, tra Gignese, Brovello Carpugnino,  Armeno, Stresa, Arola e Mergozzo. con un bottino complessivo di centomila euro. A svolgere le indagini erano stati i Carabinieri del Nucleo investigativo di Verbania con la Polizia locale del Vergante. De Lorier venne arrestato a gennaio 2017, mentre il presunto complice rimase latitante e poi si presentò spontaneamente prima del processo. I difensori hanno da sempre sostenuto che non ci fossero certezze sui riconoscimenti da parte delle vittime, molti anziani e in non buone condizioni di salute, e dei veicoli utilizzati. La pm, che ha comunque evidenziato che solo per alcuni degli 11 episodi i riconoscimenti non fossero certi, ha chiesto 3 anni per De Lorier e 4 per il presunto complice. Il giudice Rosa Maria Fornelli ha assolto l'altro imputato e condannato De Lorier a sei anni e 4 mesi.

 

di Maria Elisa Gualandris

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa