logo1

Anche nel Vco indossate magliette rosse

domo magliette rosse

In diversi hanno raccolto l'invito proposto dal fondatore di Libera contro le morti nel Mediterraneo

 

COMUNICATO STAMPA - Anche nel VCO è stato accolto l'appello di don Luigi Ciotti, presidente nazionale di Libera e del Gruppo Abele, di indossare sabato 7 luglio una maglietta di colore rosso.

 

È spesso il rosso il colore dei vestiti e delle magliette dei bambini che muoiono in mare e che a volte il Mediterraneo riversa sulle sue spiagge. Tante altre ancora saranno le madri che vestiranno i loro figli di rosso prima dell'attraversata, nella speranza che, in caso di naufragio, quel colore richiami l’attenzione dei soccorritori.

 Per questo ci siamo fermati, proprio come facciamo normalmente davanti al rosso.  Per riflettere sulle disuguaglianze crescenti tra Nord e Sud e sul fatto che non ha senso sentirsi minacciati dai migranti che arrivano nel nostro Paese. I flussi migratori contribuiscono positivamente alla crescita economica del Nostro Paese e i problemi veri sono ben altri: l'emergenza ambientale, l'evasione fiscale, la speculazione senza scrupoli che arricchisce pochi ai danni dei molti.

 Il 7 luglio molti di noi si sono vestiti di rosso per combattere l'emorragia di umanità.

Perchè mettersi nei panni degli altri è il primo passo per costruire un'Europa equa, accogliente e inclusiva.

 A nome dei molti cittadini del VCO, invio alcune delle foto scattate sabato scorso, chiedendo di dare spazio a questo gesto, sicuramente simbolico, ma che esprime un pensiero diverso da quello che troppo spesso ormai sentiamo per strada, in tv o sui giornali.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa