logo1

Uncem lancia la campagna “Compra in valle, la Montagna vivrà”

UNCEM Comprainvalle

Salvare i negozi dei piccoli comuni nelle aree rurali e montane: questo l'obiettivo della campagna

L’Unione Nazionale Comuni, Comunità ed Enti Montani (Uncem) ha lanciato una campagna intitolata “Compra in valle, la Montagna vivrà”, che ha come obiettivo il contrasto della desertificazione commerciale nelle aree rurali e montane di Alpi e Appennini.

In Italia sono 207 i comuni che non hanno neanche un negozio, 91 sono in Piemonte. Secondo l’Istat questi comuni sono in aumento di un punto percentuale all’anno, diventa quindi necessario cercare di salvare i negozi, soprattutto nelle aree montane e nei piccoli comuni, insieme alla loro storia e alla loro economia.

“Servono scelte politiche chiare, ma anche una diversa consapevolezza della comunità che vive su un territorio -afferma Marco Bussone, presidente nazionale Uncem- Regioni e Parlamento devono varare leggi che individuino sgravi fiscali, una fiscalità "di vantaggio” e minor  carico burocraticoper chi possiede un negozio in un Comune montano, per chi avvia un’attività nelle Terre Alte, per chi vuole potenziare una piccola impresa, per chi apre una partita iva”. La campagna lanciata da Uncem va proprio in questa direzione, insieme alla richiesta al Ministero degli Affari regionali e delle autonomie di accelerare l’assegnazione dei 20 milioni di euro, erogati dal Fondo nazionale integrativo per i Comuni montani, agli enti locali per i progetti scritti nel 2017 contro la desertificazione commerciale.

Uncem vuole incentivare soprattutto la nascita di centri multifunzionali, ovvero negozi che vendono prodotti e allo stesso tempo offrono servizi, inoltre l’Unione Nazionale Comuni, Comunità ed Enti Montani ha lanciato un appello ai turisti e agli amanti della montagna per cercare il loro appoggio in questa campagna a favore delle piccole botteghe di paese.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa