logo1

Arizzano: ordinanza del Sindaco vieta utilizzo di acqua per fini extra-domestici.

arizzano generica

Il consumo idrico è aumentato a causa del caldo. No ad annafiatura di orti, giardini o per riempire piscine e lavare automezzi. Sanzioni in arrivo per i trasgressori: dai 25 euro fino a un massimo di 500 euro.

 

Un'ordinanza del Sindaco di Arizzano ha stabilito la limitazione del consumo di acqua potabile con decorrenza immediata fino al prossimo 3 settembre.

Quanto disposto dal Sindaco ha fatto seguito a una nota di Acqua Novara. VCO S.p.a., gestore del servizio idrico integrato, che aveva richiesto una regolamentazione dell'uso di acqua potabile per il periodo estivo.

Tale ordinanza ha uno scopo precauzionale: le alte temperature infatti, unite alle scarse precipitazioni hanno comportato un incremento nell'uso dei consumi idrici.

Da ora in poi, fino a settembre quindi, sarà consentito il prelievo dalla rete idrica esclusivamente per usi domestici.

Vi sarà invece divieto di utilizzo dell'acqua potabile per uso extra-domestico, in particolare per l'annaffiatura di orti, giardini o per riempire piscine e lavare automezzi.

Le sanzioni amministrative nei confronti di chi contravverà a quanto disposto dall'ordinanza, andranno da un minimo di 25 euro fino a un massimo di 500 euro.

Pin It

GUARDA LA TV LIVE

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa