logo1

Ponte Ornavasso, occorre accelerare i tempi per le verifiche

I disagi alla viabilità dopo l'ordinanza della Provincia potrebbero diventare importanti con la riapertura delle scuole

ornavasso ponte

 

Occorre accelerare le pratiche di verifica del ponte sul Torrente San Carlo, nell'abitato di Ornavasso, attualmente non transitabile, con ordinanza della provincia del VCO, dai mezzi con peso superiore alle 3,5 tonnellate. Su quel tratto viaggiano una cinquantina di pullman al giorno, riferisce il presidente del VCO Stefano Costa, un disagio importante soprattutto con la riapertura delle scuole programmata per il 10 settembre. <Stiamo facendo il possibile per velocizzare le pratiche per gli interventi volti a ripristinare una portata verificata del ponte> spiega Costa. Quest'ultimo si è già confrontato con Autoservizi Comazzi che, insieme con VCO Trasporti, gestisce il trasporto pubblico su gomma in quella zona.

L'ordinanza della Provincia è arrivata dopo la nota del sindaco di Ornavasso dell'11 gennaio che segnalava lo stato di degrado del ponte, con tanto di relazione tecnica e vista l'impossibilità, per la mancanza di risorse provinciali, di effetture le opportune verifiche sulla capacità portante della struttura.

Sempre per segnalare la situazione il primo cittadino ornavassese Filippo Cigala Fulgosi una settimana fa aveva scritto anche al Ministro delle infrastrutture Toninelli. Fino ad ora da Roma <Il silenzio più assoluto, come prevedibile> dice Cigala Fulgosi. Lo stesso riferisce di non essere preventivamente stato messo al corrente dell'ordinanza provinciale. Stamattina il confronto con Costa per le verifiche urgenti necessarie e l'accordo che queste verranno gestite e pagate dal comune di Ornavasso, che presenterà poi il conto alla Provincia trattenendo quota parte del tributo legato alla TARI. Tra le altre cose occorrerà verificare lo stato del ferro e del cemento del manufatto, <A detta dei tecnici che ho già contattato e sollecitato– conclude Cigala Fulgosi- le operazioni e le analisi di verifica dovrebbero terminare i primi giorni del mese di settembre>.

Intanto in Provincia si sta lavorando con il responsabile del settore ing. Proverbio per una verifica entro fine anno su tutti i manufatti di competenza, un iter in realtà iniziato già prima dei fatti di Genova. Costa aggiunge che la documentazione disponibile sarà presentata in un incontro dedicato con gli amministratori in Prefettura che sarà programmato a breve.

Pin It

GUARDA LA TV LIVE

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa