logo1

Domo, Pizzi si mobilita per salvare il progetto del Palazzetto

Dopo l'annuncio di Enrico Borghi il sindaco domese scrive al Ministro

domo municipio

 

Il progetto del Palazzetto dello sport di Domodossola potrebbe essere a rischio. A lanciare l’allarme il deputato Pd Enrico Borghi. La notizia è emersa a margine della discussione sul decreto Milleproroghe dei giorni scorsi in seno alla Commissione Bilancio a Montecitorio. “ Se il governo giallo-verde non provvederà a dare attuazione al provvedimento con cui si decide il riparto del Fondo “ Sport e periferie “, nell’ambito del quale il comune di Domodossola ha fatto domanda, il progetto è a rischio “ ha spiegato il Parlamentare ossolano. Il Decreto era stato adottato in via preliminare dal governo Gentiloni e dopo il vaglio del Consiglio di Stato ( con parere favorevole ) attende che l'esecutivo Conte dia il via libera. “ Il governo giallo-verde non sta dando attuazione all'atto finale, e la cosa che ora ci insospettisce – spiega Borghi - risiede nel fatto che il governo ha dato parere negativo ad un emendamento che lo impegna in tal senso. Un azzeramento del fondo "sport e periferie" sarebbe un altro gravissimo danno ai territori e alle amministrazioni comunali che su questo tema si sono impegnate con progettazioni e mobilitazioni, come nel caso di Domodossola". Il sindaco domese appresa la notizia si è mobilitato annunciando una lettera al ministro competente. “Non voglio pensare - è stato il commento di Lucio Pizzi  - che il provvedimento in questione, sul quale abbiamo puntato per realizzare il Palazzetto dello Sport, non venga adottato in via definitiva. E' evidente – aggiunge - che definanziare il fondo sport significherebbe azzerare tutto, creando un danno alla nostra Città che vedrebbe sfumare o perlomeno slittare a chissà quando la possibilità che il progetto venga accolto”.

 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa