logo1

Non ce l'ha fatta il pensionato di Nonio aggredito a maggio

Marino Gallarotti, 76 anni, si è spento nella notte. Da oltre tre mesi era in coma all'ospedale Maggiore di Novara

nonio panorama

 

Non ce l’ha fatta Marino Gallarotti, il settantaseienne di Nonio in coma da oltre tre mesi all’ospedale Maggiore di Novara, dove era giunto in seguito a gravissime lesioni. L’uomo si è spento nella notte. Era stato ricoverato in ospedale dopo una colluttazione avvenuta il 10 maggio scorso con un ventitreenne, residente a Nonio, Omar Piccoli. Il giovane si trova in carcere in custodia cautelare dallo scorso giugno con l’accusa di lesioni personali gravissime. Secondo le prime ricostruzioni dei Carabinieri di Omegna, che indagano sull’accaduto, l’anziano si sarebbe intromesso per difendere la ragazza che si trovava con Piccoli durante un litigio tra i due. Questi se la sarebbe presa con l’anziano, che era caduto a terra picchiando violentemente il capo. Alla notizia del decesso il pm Gianluca Periani ha disposto l’autopsia sulla salma di Gallarotti, per stabilire se ci sia un nesso causale tra le lesioni riportate e la morte dell’uomo. L’affidamento dell’incarico al perito avverrà martedì. Nel frattempo l’avvocato difensore di Piccoli, Gabriele Pipicelli si limita a dichiarare di riservarsi la richiesta di incidente probatorio. I familiari di Gallarotti si sono affidati all’avvocato Christian Ferretti. Al momento si stringono nel dolore e preferiscono non parlare.

 

di Maria Elisa Gualandris 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa