logo1

Convegno dedicato al problema dell'obesità e della sedentarietà tra i giovani a Verbania

E' stato organizzato ieri da ABIO presso il Grand Hotel Majestic, diversi gli specialisti intervenuti

 
 

vebania abio majestic

 
 
 
Ieri sera presso il Grand Hotel Majestic di Verbania si è tenuto il convegno, organizzato da Abio, dal titolo “Divani e spuntini…e la salute dei nostri bambini?”, dedicato al problema dell’obesità e della scarsa attività fisica tra i più giovani . L’incontro è stato moderato dalla giornalista di Radio 24 Nicoletta Carbone, da sempre in prima linea rispetto ai temi di salute e prevenzione. Tra i relatori erano presenti il dott. Paolo Ferrari, epidemiologo, direttore del dipartimento di prevenzione ASL VCO; il dott. Graziano Grugni, nutrizionista, endocrinologo dell’ Istituto Auxologico Italiano e il dott. Andrea Guala, Primario Pediatria Asl VCO.
Durante la serata hanno portato la loro testimonianza anche il Presidente dell’Ordine dei Medici dott. Daniele Passerini e il campione di canoa, finalista olimpionico Carlo Tacchini.
Nel corso dell’incontro sono stati sottolineati i dati riguardanti il numero di obesi o di persone sovrappeso tra i più giovani ed è emerso come in Italia questo problema sia maggiore rispetto ai Paesi del resto d’ Europa. Lo stesso vale per quanto riguarda l’esercizio di attività fisica. Solo la metà degli under 18 la pratica correttamente. Tra le regioni italiane dove i giovani sono più a rischio dal punto di vista del peso, spiccano quelle meridionali. Sotto controllo e in calo rispetto agli anni precedenti la situazione del Piemonte, il cui dato di giovani in sovrappeso o obesi si attesta attorno al 24% del totale.
I dottori hanno spiegato  come prevenire questo fenomeno: è emerso ancora una volta quanto sia  importante praticare attività fisica e mangiare secondo i dettami della dieta mediterranea. Per evitare il rischio di obesità in tenera età è necessario fare prevenzione da parte dei genitori anche in fase prenatale e ancor prima del concepimento. Ciò vale tanto per la donna quanto per l’uomo. Evitare il fumo e mangiare in maniera sana quando si è in dolce attesa, e ancor prima, diminuisce del 50% la probabilità che nel bambino insorgano problemi di obesità.
 
Bruno Rizzo
 
Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa