logo1

Arona: il COC resta aperto ma al momento non si segnalano criticità

Abbiamo fatto il punto con il sindaco Gusmeroli, con il suo vice Monti e con l'assessore alla Protezione Civile Mazza. Tranquilla la situazione anche a Pallanza

 arona lidoallagato strutture

 

Il lago ad Arona è esondato già nella notte nell'area del lido ed ha invaso le spiagge del quartiere Riviera, il più basso, l'acqua è entrata qui anche in cantine e garage. <Al momento non si segnalano criticità, avevamo avvisato con ampio margine, già la scorsa settimana, così i locali sono stati sgomberati per ridurre al minimo i danni> ha spiegato il primo cittadino Alberto Gusmeroli. Lo stesso ha aggiunto che la zona è stata presidiata per tutta la notte e non sono pervenute particolari segnalazioni. Al lido si segnalano invece diverse strutture in parte sott'acqua, <I gestori sono stati ampiamente avvisati, per altro avrebbero dovuto portar via quelle cose alla fine di settembre ma non hanno ottemperato> ha aggiunto il vice sindaco aronese Federico Monti. L'assessore alla Protezione Civile Monia Anna Mazza ha precisato che il COC rimarrà comunque aperto nei prossimi giorni, fino alla normalizzazione della situazione; resta il divieto di parcheggio per le auto nella zona Riviera. 

Lago fuori da stanotte pure a Pallanza, davanti al Municipio. Ma anche qui l'amministrazione comunale riferisce che la situazione è tranquilla e non presenta particolari criticità: le parti sommerse sono quelle della passeggiata del lungolago e di parte della sede stradale e non sono interessati edifici. Dalle proiezioni pervenute il massimo livello dovrebbe essere raggiunto nella tarda serata con 195,7 cm sul sul livello del mare. Dalla mattinata di domani il lago dovrebbe ritornare a scendere. Il bollettino Arpa della Regione ha riportato a livello 1 (ordinario) la criticità per le prossime 36 ore, contro il livello 2 di ieri.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa