logo1

Piu' grave del previsto la situazione sulla strada di Colloro, resta chiusa

Serviranno circa 400 mila euro per la messa in sicurezza del versante. Monitoraggio h24 della Protezione Civile comunale, transitano solo i residenti a fasce orarie

 colloro sopralluogo

 

La situazione è più grave del previsto: resta chiusa la strada provinciale per Colloro a Premosello Chiovenda. Serviranno circa 400 mila euro per la messa in sicurezza del tratto instabile, confermato il problema geologico sul versante. Lo riferisce il sindaco Giuseppe Monti dopo il sopralluogo di stamattina con i tecnici: c'erano il responsabile dell'ufficio tecnico e il geologo della Provincia e il geologo ed un ingegnere della Regione. Rispetto agli ultimi due Monti afferma: <Ringrazio la Regione che si è mossa subito, dopo la segnalazione che ho fatto al vice presidente Aldo Reschigna>.

Anche con la pioggia per tutto il fine settimana proseguirà il lavoro di disboscamento e disgaggio del versante, iniziato già ieri per permettere una prima valutazione della situazione; appena il meteo lo consentirà verrà utilizzato un drone per osservare dall'alto l'area. Entro lunedì verrà stilata la scheda tecnica sia da parte della Provincia che da parte della Regione. <Ci attiveremo subito per cercare le risorse, si tratta di lavori di somma urgenza> ribadisce il primo cittadino.

Diversi al momento i problemi rilevati: la necessità di regimare le acque su una parte rocciosa al vertice della frana, quella di stabilizzare il versante e la posa di barriere paramassi armate, quella di risanare il muro esistente a ridosso della strada per la sua messa in sicurezza.

La zona resta presidiata h 24 dai volontari della Protezione Civile comunale, sul posto anche un camper.

Strada, lo ribadiamo, chiusa dunque, con passaggio monitorato dalla stessa Protezione Civile consentito ai mezzi di soccorso e ai soli residenti nelle fasce orarie comprese tra le 12.15 e le 13.00 circa e alla sera dalle 17.15.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa